Agro Nocerino Cronaca

Fatture false e riciclaggio: maxi-sequestro a Sant’Egidio del Monte Albino

fatture false

Fatture false e riciclaggio. Maxi-sequestro ai danni di una concessionaria di auto di lusso di Sant’Egidio del Monte Albino. Ai domiciliari il titolare

Fatture false e riciclaggio le accuse alla base di un’operazione della Guardia di Finanza. Le Fiamme Gialle hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare e un decreto di sequestro preventivo, su disposizione della Procura della Repubblica di Nocera Inferiore.

L’operazione ha riguardato una società di Sant’Egidio del Monte Albino che si occupa di vendita di auto di lusso. Confiscati beni per 1,2 milioni di euro. Scattata la denuncia per tre persone – F.T., V.T. e D.M. – per l’emissione di fatture false per operazioni inesistenti e per i reati di riciclaggio connessi. Avevano infatti simulato la vendita di 22 autovetture ad una società di fatto inesistente ed intestata ad un prestanome.

Secondo le risultanze delle indagini, ventidue vetture di grossa cilindrata, tra cui una Ferrari, venivano cedute a D.M. in modo fittizio. Lo scopo era quello di evadere le imposte, ma pure di sottrarle ad una misura cautelare reale già disposta in precedenza.

Le persone coinvolte avevano già subito un procedimento penale nell’ottobre del 2019. Avevano dunque ceduto fittiziamente le vetture per sottrarle al sequestro. La cessione avveniva per tramite della società del prestanome coinvolto, ma le vetture non erano mai state spostate dalla concessionaria.

Nel precedente procedimento, le indagini avevano rivelato analoghi reati finanziari. Gli indagati avevano reimpiegato i proventi in attività imprenditoriali comunque a loro riconducibili, sempre legate alla commercializzazione di luxury cars.

Nella precedente operazione della Guardia di Finanza rimasero coinvolte quattro persone, tra cui anche F.T. e suo figlio V.T., con accuse simili. Fatture per operazioni inesistenti, Iva illecitamente evasa nell’esercizio di varie società “schermo” costituite ad hoc.

Il Procuratore ha disposto gli arresti domiciliari per F.T. e il divieto di dimora in Campania per V.T. e D.M. I beni sequestrati ammontano a un valore di 1.197.699,92 euro.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi