Luglio 3, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Fallimento europeo, la rimonta di Benzema, il suo futuro: Didier Deschamps regala un anno misto per i Blues

Ospite del programma “Rothen Ignite” su RMC Sport, Didier Deschamps è tornato sugli highlights della stagione 2021 della nazionale francese, in particolare il fallimento dell’Euro, ma anche la vittoria in Nations League e il ritorno di Karim Benzema . agli azzurri.

Un’opzione senza rimpianti nonostante l’eliminazione anticipata dei blues: “E’ successo lì, io sono felice e lui è felice. È andata così. È stato efficace. Era deluso anche lui perché ha finito in anticipo ma non dite che la Francia non l’ha fatto. Non si esibivano. Siamo stati squalificati prematuramente .”

Eliminato agli ottavi di finale per la Svizzera, il francese non ha brillato, ma Deschamps era desideroso di qualificarsi per questa pessima prestazione: “Dopo il Mondiale 2018, il modo in cui gli altri lo vedono è cambiato. Tutto quello che fanno è visto in modo diverso. Prima dell’Europeo c’era una spinta e una voglia. Fino all’81 eravamo avanti 3-1. Senza una buona preparazione non avremmo giocato la partita contro la Germania, siamo stati toccati dal caldo, dalla bolla sanitaria e dagli hotel scelti dalla Uefa – ha spiegato prima di partire – Sono rimasto deluso e anche i giocatori lo sono stati.

“Il mio successore? Sarà Zizou o altro?”

In carica dal 2012 alla guida della squadra francese, Didier Deschamps non ha ancora pensato di fermarsi: “Potrebbe andare avanti”, ha detto a RMC Sport, “L’unico e l’ultimo a decidere è il capo. Deciderà lui. Non ho ancora prorogato, è. Il contratto più importante è il contratto di fiducia. La situazione è così. E io non ho un problema con quello.”

READ  "Il miglior portiere del mondo": è l'ossessione di Courtois a Madrid!

Interrogato sulla possibilità di allenare presto il PSG, l’ex marsigliese ha alzato le spalle con il dorso della mano: “Oggi non sono qui e non sono al mercato”, Prima di parlare del suo potenziale successore alla guida degli azzurri, “Ho preso il posto di Laurent Blanc, qualcuno prenderà il mio posto. Sarà Zizou o un altro. Non è un fatto che mi piaccia o no, le condizioni devono essere soddisfatte. Zizou ha un legame con la squadra francese. Con lui abbiamo detto sarà un allenatore quando inizierà la sua carriera, se lo voleva e se le condizioni erano soddisfatte, era molto meglio”.