Campania Cava de' Tirreni EVIDENZA Scuola

Ex istituto geometra, in arrivo 3 milioni e mezzo di euro

Nulla di fatto per il polo didattico multidisciplinare

Cava de’ Tirreni. Finisce nel dimenticatoio, con un plastico archiviato nei locali deposito dell’ex Cofima, l’ambizioso e utopistico progetto – da 30 milioni di euro circa – di creare una cittadella scolastica che potesse riunire in un unico campus gli istituti superiori del territorio.

La Provincia di Salerno, con il sostegno del Ministero dell’Istruzione, ha finanziato infatti solo la riqualificazione dell’istituto abbandonato di via Luigi Parisi (sede dell’ex geometra e da cui sarebbe dovuta partire la realizzazione della cittadella scolastica) e il Comune, quindi, si “accontenta” dei 3 milioni e mezzo di euro per rimettere in sesto il plesso.

Nessuna prospettiva, quindi, per il polo didattico multidisciplinare che avrebbe raggruppato alcuni plessi scolastici e il velodromo di via Ido Longo.

Il campus di istituti superiori oltre alla riqualificazione dell’ex Geometra, comprendeva anche l’attuale sede del liceo scientifico “Andrea Genoino”, il completamento dell’edificio storico dell’ex tabacchificio di via Di Marino, destinato a sede dell’istituto professionale per i servizi commerciali turismo e pubblicità e dell’Istituto professionale per i servizi alberghieri e ristorazione “Gaetano Filangieri”; la realizzazione di due edifici destinati, rispettivamente, a sede degli istituti superiori “Della Corte” e “Vanvitelli” (oggi accorpati), la costituzione di una palestra, un auditorium di 188 posti a sedere, un impianto sportivo all’aperto, un parco e la sistemazione dell’area esterna con verde e parcheggi.

Nel 2012 il progetto era anche in fase avanzata (con tanto di relazione preliminare e rendering pronti) e fu presentato in pompa magna dall’allora sindaco Marco Galdi e dal presidente della Provincia di Salerno, Edmondo Cirielli, con una conferenza a Palazzo di Città nel corso della quale venne addirittura mostrato il plastico di quella che sarebbe stata la cittadella.

«La caratteristica principale del complesso – si legge nella relazione tecnica presentata in quella occasione – è la volontà di rappresentare una nuova parte della città nella quale l’edificio pubblico con destinazione educativa e culturale diviene, oltre che strumento di aggregazione, generatore di spazi ed elemento di connessione. La nuova idea di “Campus scolastico” mira a trasformare le scuole in luoghi di offerta arricchita, in grado di erogare servizi sociali, sportivi e culturali oltre il normale orario di svolgimento delle lezioni, e di promuovere occasioni di aggregazione, soprattutto a favore dei giovani e delle persone a rischio di esclusione sociale».

Parole, però, rimaste lettera morta mentre il modellino in scala negli anni è stato lasciato a raccogliere polvere nei locali dell’ex Cofima di via XXV luglio, adibiti da tempo a deposito comunale.

Nonostante, questo, però il sindaco Vincenzo Servalli si è detto soddisfatto del finanziamento ottenuto che permetterà comunque di dare nuova vita a un immobile abbandonato e in preda al degrado, che non vede studenti da almeno un ventennio.

La struttura – prima parte dell’ex Manifattura Tabacchi, poi sede del Geometra -, in realtà, era già stata oggetto nel 2007 di un tentativo di riqualificazione arenatosi pochi anni dopo per sopraggiunta interdittiva antimafia nei confronti della ditta esecutrice dei lavori.

«Si tratta di una grande bella notizia – ha commentato Servalli a tal proposito -, Con il finanziamento destinato dal Ministero dell’Istruzione alla Provincia di Salerno sarà possibile mettere mano alla ristrutturazione completa dello storico edificio scolastico chiuso da vent’anni. Ringrazio il presidente della Provincia, Michele Strianese, e tutta la struttura tecnica dell’Ente, per l’attenzione riservata alla nostra città».

Leggi anche: Garage ai Pianesi, si riparte? Arriva nuova impresa

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi