Europa e Mondo EVIDENZA

Energia pulita e terrorismo, i principali dibattiti della plenaria di gennaio 2018

Flags outside the European Parliament building Louise Weiss in Strasbourg - LOW

Torna a riunirsi il Parlamento europeo. Prima plenaria del 2018, andiamo a vedere le principali discussioni e votazioni segnalate dall’europarlamento.

Il Taoiseach irlandese Varadkar al Parlamento per discutere il futuro dell’Europa
Il Taoiseach della Repubblica d’Irlanda, Leo Varadkar, sarà il primo leader dell’UE invitato a discutere il futuro dell’Europa con i deputati.

Dibattito su Summit UE e Brexit

Martedì mattina, i deputati discuteranno con il Presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, i risultati della riunione dei leader UE che si è tenuta a Bruxelles il 14 e 15 dicembre. Tra i temi discussi nel corso del Vertice figurano i negoziati sulla Brexit, la migrazione, la cooperazione in materia di difesa e la riforma della zona euro.

Dibattito con il Primo ministro Boyko Borissov sulla Presidenza bulgara del Consiglio UE

Il Primo ministro bulgaro, Boyko Borissov, presenterà mercoledì le priorità della prossima Presidenza del Consiglio dell’UE ai deputati.

Pacchetto energia pulita: le richieste dei deputati ai Ministri UE

Il consumo di energia deve essere ridotto del 40% entro il 2030 e la quota di energia ottenuta da fonti rinnovabili deve aumentare dal 27 al 35%, secondo le proposte in discussione lunedì e votazione mercoledì.

La propaganda della Russia nell’UE

L’impatto della propaganda russa e i presunti tentativi di influenzare le elezioni in alcuni paesi attraverso la disinformazione saranno discussi dai deputati in un dibattito mercoledì pomeriggio.

Stop a esportazioni ai regimi autoritari di strumenti atti a spiare i cittadini

Il Parlamento discuterà martedì e voterà mercoledì una proposta legislativa per estendere i controlli sulle esportazioni UE agli strumenti di cyber-monitoraggio che possono essere utilizzati per violare i diritti umani.

Criminalità organizzata e terrorismo: nuove norme UE su antiriciclaggio e confisca dei beni

I negoziati con i ministri UE sulle proposte legislative per combattere il finanziamento al terrorismo e facilitare la confisca transfrontaliera dei proventi criminali potranno essere avviati, non appena il Parlamento avrà dato il suo assenso.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi