Campania Cava de' Tirreni EVIDENZA

Emergenza Coronavirus, Metellia Servizi: “Ecco il nostro contributo”

In quarantena o positivi al coronavirus, Metellia Servizi adotta un sistema di ritiro dei rifiuti studiato ad hoc

Un sistema di conferimento e ritiro dei rifiuti studiato ad hoc per quanti sono in quarantena vigilata o positivi al coronavirus: gli operatori della Metellia si organizzano per garantire il servizio in città e contestualmente contribuiscono alle iniziative solidali per fare la loro parte durante l’emergenza.

Insomma non si sono tirati indietro gli operatori della raccolta rifiuti che in questi giorni continuano a svolgere il loro lavoro e soprattutto si sono detti disposti a mettere in campo tutto l’impegno necessario affinché possano contribuire con le loro competenze al superamento della situazione.

Il nuovo sistema – studiato appositamente secondo i dettami dell’Istituto Superiore di Sanità e della Protezione Civile della Regione Campania per poter garantire il servizio di conferimento e ritiro dei rifiuti anche a quei cittadini (ad oggi circa un centinaio, compresi i positivi al covid) in quarantena vigilata – prevede la sospensione della differenziazione dei rifiuti e il ritiro domiciliare, ogni giorno in fascia pomeridiana esclusa la domenica, degli appositi sacchetti forniti dalla stessa Metellia.

«Ai cittadini in quarantena o risultati positivi – spiega l’amministratore unico di Metellia, Giovanni Muoio – chiediamo di non differenziare più i rifiuti e di conferirli utilizzando tre sacchetti resistenti, da mettere uno dentro l’altro, e sigillare il tutto con nastro adesivo. Sarà poi l’operatore a ritirare i rifiuti fuori dal domicilio. Ovviamente – precisa Muoio – il tutto viene svolto con operatori appositamente formati e diversi da quelli che svolgono il servizio ordinario. E la stessa cosa vale per i mezzi utilizzati, quotidianamente sanificati».

Ma il nuovo sistema di raccolta è solo la parte operativa del lavoro che Metellia sta svolgendo.

Gli operatori aderiscono alla colletta alimentare

Gli operatori, infatti, stanno contribuendo – con una donazione di circa 400 euro recuperati dal loro fondo di solidarietà aziendale – all’iniziativa messa in atto dal Comune metelliano in sinergia con la locale Protezione Civile e la Caritas Diocesana per la raccolta di generi alimentari non deperibili e di necessità da destinare a chi ne ha bisogno.

Così dalla Metellia è arrivata pronta la risposta alla richiesta di donazioni e offerte per la raccolta, che sta coinvolgendo quanti vogliono contribuire alle forniture di generi alimentari non deperibili, prodotti per l’igiene, farmaci da banco. I prodotti raccolti, tramite donazione presso i supermercati e negozi convenzionati o chiamando direttamente la Protezione Civile, saranno consegnati a domicilio dai volontari su indicazione dei Servizi Sociali”.

«Sono particolarmente soddisfatto di come gli operatori abbiano risposto all’emergenza – ha aggiunto Giovanni Muoio – con senso di responsabilità verso il loro lavoro e verso la comunità soprattutto. Ciò a dimostrazione del fatto che il rapporto di lavoro con il personale, che ringrazio tutto, non è solo contrattuale ma anche di abnegazione, di supporto a chi, come loro, continua a lavorare nonostante il periodo e con impegno anche nell’ambito dell’assistenza sociale».

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi