Dicembre 4, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Elina Svitolina si impegna in Ucraina: “I miei amici hanno preso le armi per difendere il Paese”

Elina Svitolina, la terza migliore ex giocatrice del mondo, ha detto all’AFP che sperava un giorno di tornare nel suo paese e vedere sua nonna di 80 anni bloccata a Odessa dall’inizio dell’invasione russa. Nel frattempo partecipa, alla guida dell’associazione. “Cerco di tenermi in contatto con lei e di aiutarla il più possibile. Era troppo vecchia per andarseneL’ucraino, una settimana dopo essere stato nominato 24° Ambasciatore dello United insieme ad Andriy Shevchenko, ha messo in chiaro il Pallone d’Oro 2004.

Creata su iniziativa del presidente ucraino Volodymyr Zelensky il 5 maggio, questa associazione ha lo scopo di raccogliere fondi per i bisogni derivanti dalla guerra in Ucraina: difesa, assistenza medica e ricostruzione del Paese devastato dall’inizio dell’offensiva. 24 febbraio.

Wimbledon

‘Rafa sarà uno dei candidati’: Toni Nadal è ottimista su suo nipote

9 minuti fa

È difficile per gli anziani ritrovarsi in una nuova guerra…mancanza di cibo, stare a casa o in una cantina per giorni…è molto stressante e molto mentalmente difficile.Gaël Monfils aspetta il suo primo figlio, la cui nascita è prevista per ottobre.Anche se non vive in Ucraina da anni, Elina Svitolina cerca di andarci tre o quattro volte l’anno, ha ammesso la giocatrice.Mi sento a casa qui“.

I suoi genitori e il fratello sono riusciti a fuggire dal Paese, ma lo zio e la nonna sono rimasti a Odessa, crocevia multiculturale di un milione di persone già controllate dalle forze russe e tagliate fuori dal resto del Paese. Una situazione disperata per la giovane, precede la sua gioia di futura mamma. “Molti dei miei amici sono tornati in Ucraina e hanno preso le armi per difendere il paese”, lo ha dichiarato a colui che ha vinto 16 titoli sul circuito WTA.

READ  Crisi Manchester United: Cristiano Ronaldo scioccato (video)

Mentre il suo connazionale Sergei Stakovsky e l’allenatore dello sceriffo Tiraspol Yuri Vernidub si sono arruolati nell’esercito, Elena Svitolina intende portare la sua pietra nell’edificio. “Così tante persone stanno lottando ora, ecco perché mi sono unito a United24. Possiamo fare qualcosa per aiutare tutti gli ucraini, i soldati ei bambini bisognosi‘, lei ha aggiunto.

Elina Svitolina ha saltato il Roland Garros di giugno e non ha giocato in competizione dalla sua uscita al primo turno a Miami il 24 marzo. Wimbledon 2019 e il semifinalista degli US Open hanno ricordato l’importanza di continuare a informare il pubblico mondiale sul conflitto, dopo diversi mesi di guerra e senza una fine in vista. “Fa così male dentro di me vedere tante città distrutte e quante persone hanno perso la vita(Con AFP)

Wimbledon

‘I miei piedi sono distrutti’: Korda fuori da Wimbledon

17 ore fa

ATP Eastbourne

De Minor – Garen: Riassunto

18 ore fa