EVIDENZA Politica Salerno

Elezioni Nocera Inferiore: Mario Stanzione e i Populisti Identitari

mario stanzione elezioni nocera

Nocera Inferiore: i Populisti Identitari di Mario Stanzione si presentano alla Città.

La crisi economica e la mancanza di rappresentatività, tra i temi affrontati in piazza dei Santi, a Nocera Inferiore, per la prima uscita pubblica dalla presentazione delle liste in comune. “Una lista eterogenea e composta da persone di diversa estrazione, a dire di Stanzione, espressione delle tante sfaccettature della società nocerina.

Perché Mario Stanzione sceglie di correre per la carica di Sindaco?

“L’attuale amministrazione ha disatteso tutte le promesse fatte nella scorsa campagna elettorale. Le promesse fatte al popolo sono state tutte disattese. La mia candidatura arriva dopo una forte riflessione anche all’interno della mia stessa famiglia e con lo scetticismo di molti miei cari amici. Ma la mia candidatura è a servizio delle persone, voglio dare voce alle istanze dei più deboli”.

I primi 100 giorni di Mario Stanzione

“Nell’immediato rimedierò a quanto di sbagliato è stato fatto sul piano della viabilità. La riapertura delle strade a senso unico e l’eliminazione dell’area pedonale nei giorni lavorativi di piazza Diaz e Amendola. Inoltre, rivolgerò una particolare attenzione alle politiche sociali, anche se per il momento è impossibile sapere di quanto è possibile disporre. L’attuale amministrazione sostiene addirittura che nelle casse comunali ci sia un tesoretto dal quale poter attingere, come se l’Ente comunale fosse una “società per azioni”. Comunque saranno soluzioni serie nei confronti della popolazione”.

Le tappe della campagna elettorale

“Per la chiusura saremo in piazza Cianciullo il 9 giugno. La mia presenza sui social è molto forte e tramite questo potente strumento io interagisco con la città e le persone interagiscono con me”.

A quale tra i suoi sfidanti si sente più vicino in queste elezioni

“Sicuramente il più lontano è l’attuale Sindaco. Torquato aveva consenso popolare e per paura di non poter più essere primo cittadino ha stretto alleanze con figure giurassiche e suoi vecchi nemici. Il più vicino al mio modo di vedere le cose, a livello nazionale è il Movimento 5 Stelle perché rappresenta il popolo, ma a livello locale non graffia e non incide, forse nella speranza di avere voti dalla base nazionale. Noi siamo l’unico partito-non partito che non ha una struttura politica, economica ed industriale. Una lista di 24 persone che tutti hanno preso di mira sin dall’inizio perché scomoda e contro corrente”.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi