Attualità Cava de' Tirreni EVIDENZA Intervista

Elementari “Santa Lucia”, sanata la scala “abusiva”

lared-scuola-s.lucia

Un rallentamento nell’avvio dei lavori alla scuola di Santa Lucia dipeso da una scala antincendio priva di permessi. Risolta la questione con la Soprintendenza ora si va avanti nella speranza di aprire il cantiere a inizio gennaio.

Cava de’ Tirreni. Sbloccata la spinosa questione della scala esterna priva di autorizzazioni, riprendono i lavori preliminari di progettazione per le operazioni di riqualificazione e messa in sicurezza urgente della scuola elementare di piazza Felice Baldi, nella frazione di Santa Lucia.

Alla luce della documentazione completa toccherà poi mettere mano al perfezionamento del mutuo (che attualmente ammonta a circa 1 milione e 100 mila euro) richiesto alla Cassa di depositi e presti e – dopo l’indizione della gara d’appalto – allestire finalmente il cantiere.

Insomma – imprevisti a parte – continua l’attività del gruppo di lavoro dei tecnici comunali che, tra luglio ed agosto, ha elaborato il progetto architettonico dell’intervento. Lo stato sarebbe oggi più avanzato se, in sede di presentazione informale del progetto alla Soprintendenza di Salerno, non fosse emerso che una scala di emergenza dell’immobile, presente nel cortile e realizzata nel 2002, era priva delle prescritte autorizzazioni paesaggistiche.

Un inghippo di non poco conto che ha rallentato inevitabilmente l’avanzamento dei lavori con la necessità di attivare la specifica sanatoria presentata nella prima metà di settembre. Il parere favorevole della Soprintendenza è arrivato solo la scorsa settimana.

«In forza della sanatoria conseguita – spiega il vicesindaco e assessore alla manutenzione, Nunzio Senatore – è stata formalizzata la relazione paesaggistica del progetto definitivo che è poi stata inoltrata alla Commissione Locale per il paesaggio per il prescritto parere. Lo scorso 11 ottobre abbiamo avuto anche quest’altro parere favorevole e l’annessa autorizzazione a procedere, ora il progetto è all’attenzione della Soprintendenza per ulteriori verifiche».

Insomma: soliti labirinti burocratici e, a quanto pare, non è ancora finita. In settimana, infatti, si trasmetterà ennesima richiesta di parere anche ai vigili del fuoco e solo allora si potrà procedere in maniera concreta.

Nel frattempo si sta sviluppando il progetto strutturale e quello impiantistico al fine dell’approvazione del livello definitivo entro il mese di novembre per il perfezionamento del mutuo presso la Cassa depositi e prestiti.

«Nel mese di dicembre – ha aggiunto Nunzio Senatore – dovrebbero crearsi le condizioni per l’indizione della relativa gara d’appalto. Nonostante alcuni imprevisti, siamo nei tempi che ci siamo dati all’inizio di questo processo».

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi