Settembre 30, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Ehi, guarda la storia. Se continui, pagherai un prezzo pesante”.


Domenica scorsa, Ankara ha affermato che gli aerei turchi in missione in quest’area sono stati presi di mira dal sistema di difesa aerea greco S-300 e ha condannato “l’atto ostile”.

“Grecia, guarda la storia. Il presidente turco ha dichiarato durante un incontro nella regione del Mar Nero che se continui, pagherai un prezzo pesante.

“Abbiamo una parola per la Grecia: non dimenticare Izmir”, riferendosi alla città dell’Egeo che i greci chiamano Smirne.

L’occupazione greca di Smirne, concessa da un trattato della fine della prima guerra mondiale che la Turchia non ha mai riconosciuto, terminò quando i turchi la riconquistarono nel 1922.

“La vostra occupazione delle isole (nell’Egeo vicino alla Turchia, ndr) non ci collega in alcun modo. Quando sarà il momento, faremo il necessario. Possiamo arrivare all’improvviso di notte”, ha detto, usando una formula spesso usato quando si parla dell’operazione Shen in Siria.

Atene accusa gli aerei turchi di sorvolare le isole greche vicino al confine turco, e la disputa tra i due vicini nemici porta a frequenti pattugliamenti.

Da parte sua, Ankara denuncia la presenza di forze su queste isole, a differenza della Turchia, i trattati di pace firmati dopo la prima e la seconda guerra mondiale.

A giugno, il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu ha affermato che se Atene avesse continuato a inviare truppe nelle isole, Ankara avrebbe sfidato la sovranità greca.

READ  L'influenceuse ukrainienne enceinte à Marioupol réapparait dans un média pro-russe: vrai témoignage ou mise en scène ?