Dicembre 1, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

È meglio accendere il mutuo un po’ prima della fine dell’anno? | la tua guida

guida epargne.beTi impegni in più al lavoro nei mesi di novembre e dicembre perché non hai ancora raggiunto i tuoi obiettivi annuali? Anche la tua banca potrebbe farlo. Potrebbe fare il possibile per cercare di venderti un prestito. Questo è ciò che sentiamo spesso, ma è davvero così? guida epargne.be rivedere questo.

effetto di fine anno

Potresti anche aver sentito alcune storie sull’IRS, poco prima del nuovo anno, che fa del suo meglio per accelerare ulteriori casi di pagamento e ritardare i rimborsi. Un altro esempio: i gestori di fondi di investimento che ancora rimuovono rapidamente i titoli indesiderati dal proprio portafoglio in modo da non doverli più includere nel report di fine anno.

Potrebbe esserci un effetto del genere anche alla fine dell’anno con le banche, i cui dipartimenti creditizi hanno anche fissato degli obiettivi, ma nessuna banca ammetterà che sia davvero così. Inoltre, è difficile dimostrarlo statisticamente. Alla fine di un anno e all’inizio del successivo, i numeri dei prestiti sono spesso influenzati da modifiche della legislazione fiscale come una modifica dell’imposta di registro o del credito d’imposta sul capitale e sugli interessi.

pompe: È meglio stipulare subito un mutuo o aspettare che i prezzi scendano?

Obiettivi di “produzione”.

Tuttavia, un certo effetto non può essere escluso. Oltre al fatto che i funzionari del credito di una banca devono raggiungere determinati obiettivi di “produzione”, anche le disposizioni normative possono svolgere un ruolo. Pertanto, la Banca nazionale determina che le banche commerciali hanno un interesse a limitare il loro credito al 90% del valore di mercato dell’abitazione se quest’ultima è destinata ad alloggio per il mutuatario. Nel 35% dei casi possono superare questo limite. Nel 5% dei casi, la percentuale può superare il 100%. La banca da cui vuoi ottenere un prestito potrebbe essere vicina a uno di questi limiti e aver bisogno di più prestiti con un valore permanente basso.

READ  In Lussemburgo: hanno molestato e insultato i pedoni per strada

Scopri qui quali altri lettori di Guide-epargne.be hanno recentemente ottenuto dalla loro banca.

Come ottenere il miglior tasso di interesse?

In ogni caso, è nel tuo interesse contattare diverse banche e confrontarle. Anche la differenza dello 0,20% che puoi negoziare nel tuo tasso di interesse vale davvero la pena. Chi prende un prestito di 250.000 euro a tasso fisso del 3,25% in 20 anni dovrà restituire 1411,98 euro al mese per 240 mesi. Se riesci ad abbassare il tasso di interesse al 3,05%, le tue rate mensili arriveranno a soli 1.387,52 euro. Per l’intera durata, ciò corrisponderà a una differenza di 5.871,54 euro. Quindi vale sicuramente la pena fare uno sforzo in più per trovare il prezzo più basso.


Maggiori informazioni su Guide-epargne.be:

Dovresti scegliere un mutuo a tasso fisso o variabile?

Possibile tasso di interesse dello 0,90%: quale banca ti offre il miglior prestito ipotecario?

Quando vale la pena rifinanziare il tuo mutuo?

Questo articolo ti è stato offerto dal nostro partner Guide-epargne.be. Guide-epargne.be è un confronto indipendente di prodotti bancari e mira a tariffe competitive e tariffe migliori.