Attualità EVIDENZA

E come benzina, B come diesel. Le nuove sigle e qualche chiarimento

Le lettera /E/ indicherà la benzina. La lettera /B/ indicherà il gasolio o il diesel che dir si voglia. /GAS/ invece per GPL o metano. Facile no?

“Non ho più una lira”. Frase che ancora vagheggia, ma che oramai è rilegata ai “vecchi” che hanno l’onore di conoscere la vecchia valuta italiana che nel 2002 ha ceduto il passo all’euro. Oggi siamo giunti ad un nuovo cambio epocale: “Mi faccia un pieno di super”. Scordiamocelo, da oggi si cambia. Stessa sigla per tutti, nessun errore. “Mi faccia un pieno di E” sarà il tormentone più orribile che si sia mai visto. Ma chissenefrega. L’Europa dice che le cose devono cambiare. Amen. La Direttiva dell’Unione Europea è la 2014/94/UE emanata dal Parlamento Europeo e dal Consiglio e riguarda lo sviluppo su scala europea delle infrastrutture per la distribuzione di carburante alternativo.

Andiamo al sodo, E per benzina, B per gasolio (o diesel) La E sta per etanolo, componente della benzina, B sta per biodiesel.

Al fianco di queste due lettere, è possibile individuare i numeri E5, E10 o E85. In questo caso viene indicata la percentuale di etanolo nella miscela ovvero 5%, 10% o 85%. Stesso discorso per la B7 e B10 dove il numero indicha le percentuale di biodiesel presente nel gasolio.

Dall’Unione petrolieri abbiamo poi le risposte alle domande più comuni.

Quali tipi di veicoli avranno bisogno di questa etichettatura?

Le etichette saranno apposte sui seguenti veicoli di nuova produzione:

  • Ciclomotori, motocicli, tricicli e quadricicli;
  • Autovetture;
  • Veicoli commerciali leggeri;
  • Veicoli commerciali pesanti;
  • Autobus.

Saranno interessati tutti i veicoli?

No. Il Regolamento Europeo richiede che le etichette vengano apposte solo sui veicoli immessi sul mercato per la prima volta o immatricolati a partire dal 12 ottobre 2018.
Le case costruttrici non ritengono di dover apporre le etichette sui veicoli già prodotti. In caso abbiate bisogno di sapere quale sia il tipo di carburante più adatto al vostro veicolo, contattate la concessionaria a voi più vicina.

Quando queste etichette dovranno arrivare negli stati membri dell’Unione Europea?

Le etichette saranno applicate, in modo tale da essere ben visibili ai consumatori, sui nuovi veicoli e sulle pompe di rifornimento benzina, gasolio, idrogeno (H2), gas naturale compresso (CNG), gas naturale liquefatto (LNG), gas di petrolio liquefatto (LPG) in tutte le stazioni di rifornimento dell’Unione Europea a partire dal 12 ottobre 2018.

Nelle stazioni di rifornimento, dove si troveranno le etichette?

Le etichette si troveranno sia sulla pistola della pompa per l’erogazione del carburante che sul distributore. Le stesse etichette presenti sui veicoli e sui loro manuali saranno presenti anche sulle pistole delle pompe per l’erogazione del carburante che sui distributori, con la sola differenza della dimensione. Si potranno trovare ulteriori informazioni sulle etichette direttamente nelle stazioni di rifornimento, secondo le direttive nazionali e nelle varie lingue dei Paesi dell’Unione Europea.

Molto utile la FAQ dell’Unione petrolieri che chiarisce ogni aspetto. Leggila qui.

 

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

Aggiungi un commento

Cosa aspetti? Dicci la tua!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

laRed TV


ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

G+

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi