Gennaio 20, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“E ancora, sono stato fortunato…”


È un anno buio per Hans Eakins. Questo residente di Pierce (Anversa) ha subito il peso della crisi del coronavirus perdendo il lavoro. Un duro colpo è stato aggiunto alla sua dichiarazione dei redditi, ha detto ai nostri colleghi di Last News. “Nel mio annuncio c’erano improvvisamente 7.000 euro di tasse da pagare!”

Una (brutta) sorpresa per gli anni ’40 che non si aspettavano questa nota salata. Cerca quindi di ottenere spiegazioni dalle parti principali che gli chiedono di “esaminare la sua domanda ma non c’è motivo giuridico per impugnare”. Una deviazione per Hans che ha deciso di accelerare chiamando un avvocato. Ma prima di parlare con il mio avvocato, ho ricevuto una lettera raccomandata. La mia richiesta di spiegazione è stata interpretata come un’obiezione, ma non lo è stata ed è stata prontamente respinta. Per un ulteriore ricorso, dovetti rivolgermi al tribunale di primo grado. “

Se Hans e il suo avvocato avevano finalmente ragione sull’importo richiesto, gli anni ’40 persero ancora molti soldi. “I settemila euro sono stati rinunciati, ma le spese legali che ho dovuto pagare, i 2.000 euro, non li avrei più rivisti. E ancora una volta sono stato fortunato perché di solito è molto di più”.

READ  Presto tutti i commercianti dovettero offrire il pagamento elettronico