Agosto 15, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Dopo la sconfitta contro lo Strasburgo, lo Charleroi non ha rassicurato 7 giorni prima del torneo

Al termine dell’amichevole pre-campionato, sorge sempre una domanda: la squadra è pronta per iniziare il torneo? La risposta è stata molto contrastante dopo la sconfitta del Charleroi sabato sera contro lo Strasburgo (1-2), una formazione consolidata della Ligue 1 che include giocatori come il diavolo rosso Matz Sells e Jean Rechner Bellegaard nelle sue fila. Gamero o il talentuoso giovane Nordine Qandil. Il team Square non scende a compromessi su molto.

Tuttavia, Charleroi ha mostrato una faccia opaca e poco ispirata nel primo tempo poiché entrambe le squadre non hanno creato quasi nulla. Hervey Kofi doveva ancora volare lontano per trasformare un colpo di Bellegaard, ispirato dal centrocampo (sesto). Il portiere del Burkina Faso era sul punto di ricevere un bavaglio rubando palla da dietro da Gameiro, ma palla di Diallo crossa (20).

Charleroi aveva un aspetto migliore dopo la pausa drink. Il colpo di testa di Heymans è andato fuori bersaglio e Sels ha dovuto interferire davanti ad Al-Zarouri (40). Ma non basta rassicurare francamente la vulnerabile mamburg dell’aiuto a volte silenzioso, a volte feroce nelle sue canzoni. Una brezza ansiosa sette giorni prima dell’inizio del torneo.

Retromarcia in 4 minuti

Nel primo tempo, l’allenatore alsaziano Julian Stephan ha effettuato nove cambi. Strasburgo ha due settimane di gambe in meno rispetto alla zebra e quindi non è allo stesso livello nella sua preparazione. Questo potrebbe spiegare perché lo Sporting è stato in grado di impostare meglio gli avversari nel secondo tempo, soprattutto a centrocampo e sulle fasce.

Tuttavia, nel mirino vittorioso di Ilaimaharitra che ha segnato un punteggio di centrocampo più alto (1-0, 47), lo Strasburgo ha risposto due volte con una mossa per ribaltare il punteggio. Prima con un cross di Diarra in area di rigore (1-1, 49 minuti) e poi con un prodigio dai 30 metri dalla botola di Prcic (1-2, 53′).

READ  Ultime voci di trasferimento e trasferimento 08/12: Vardy - Gomez - Dirkx - Amozu - Betumazala - Rodriguez - Brun - Lirola Cusuk

A fine partita Morioka e soprattutto Zorgan (di testa fuori porta, 90) hanno provocato un leggero panico a Kawashima, l’ex portiere dello Standard.

Fuorigioco per Knezevic, 90 minuti per Badji

Questa sconfitta è la terza in cinque partite preparatorie. Una valutazione molto poco rassicurante anche se, dopo il match, Edward Steele si dichiara soddisfatto del contenuto. Come annunciato il giorno prima, il tecnico di Carolo ha spruzzato i tempi di gioco per gestire i carichi fisici. È così che il giovane Jason Daly Mull (17) ha giocato più di Martin Wasinski – non al 100% – mentre Stelios Andreu ha indubbiamente approfittato dell’assenza per infortunio di Stefan Knezevic – che sabato ha subito un fuorigioco al ginocchio e dovrebbe riprendere gli allenamenti mercoledì – per avanzare il punto di partenza per sabato.

Solo Hervey Kofi e Youssef Bagy hanno giocato 90 minuti. L’attaccante senegalese aveva bisogno di ritmo. Ha lottato ma il suo rapporto a volte è rimasto poco chiaro con il resto della squadra e non ha mirato il solo colpo che aveva armato (33). Il miglior marcatore nella preparazione di Carolo? Bambino Ernest de Neve (2 gol) che ha giocato nella stagione successiva P1…

I debuttanti Jonas Bagger e Damien Mark erano a pochi minuti dal gioco.

Mancava una settimana al lavoro allo Sporting prima di dare il benvenuto all’Eupen alla prima partita di campionato sabato alle 16 a Mamburg.