Campania Cronaca EVIDENZA Salerno

Distrutti 4 mezzi della nettezza urbana. Altro incendio doloso a Castel San Giorgio, cosa succede?

Intorno alle 4 di questa mattina un incendio ha distrutto quattro mezzi della nettezza urbana parcheggiati nel deposito di via Nocelleto.

Il deposito era già stato colpito lo scorso 15 maggio. In quell’occasione distrutti 13 autocarri.

Castel San Giorgio. Da poco passate le 03:45 quando in località Nocelleto le fiamme hanno cominciato a rendersi visibili all’esterno e a far scattare l’allarme. Sul posto i carabinieri della compagnia di Mercato San Severino, quelli della Stazione di Castel Giorgio. Immediatamente sul posto sono arrivate le squadre di Mercato San Severino e di Sarno dei Vigili del Fuoco che solo all’alba sono riuscite a spegnere tutti i focolai.

A differenza del precedente attentato in cui le fiamme furono appiccate dall’interno – fanno sapere dal comune salernitano – questa volta non c’è stato bisogno di penetrare nel deposito ma l’incendio è stato innescato lanciando sui mezzi, dall’esterno del muro di cinta, qualcosa di infiammabile.

Distrutti tre autocompattatori di proprietà della ditta privata che sta effettuando il servizio, un autocompattatore e una Ape Car di proprietà del Comune.

“Sia chiaro che se qualcuno intende metterci alle corde non ci è riuscito a maggio e non ci riuscirà oggi – spiega Paola Lanzara, Sindaco di Castel San Giorgio – abbiamo la fiducia assoluta sia nelle forze dell’ordine che nella magistratura che stanno conducendo le indagini sull’attentato di maggio e con il nostro atteggiamento intendiamo affermare la legalità, la trasparenza e innanzitutto la determinazione a non cedere ad alcuna pressione. Sui rifiuti stiamo procedendo ad una gara d’appalto per abbandonare un sistema delle proroghe che non ci convince. Andremo avanti per la nostra strada nella speranza che si individuino al più presto gli autori di questo gesto scellerato e si riporti la tranquillità nel paese”.

L’amministrazione Lanzara aveva già subito alcuni atti inditimidatori. Mesi fa era stata bruciata l’auto dell’assessore Giustina Galluzzo mentre era parcheggiata sotto la sua abitazione e qualche anno fa erano state bruciate le auto di un ex assessore e di un ex consigliere comunale.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

Aggiungi un commento

Cosa aspetti? Dicci la tua!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

laRed TV


ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

G+

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi