fbpx
Agro Nocerino Cronaca EVIDENZA Salerno

Dipendenti minacciati sotto estorsione, arrestato imprenditore dell’Agro

Rapine

Intimidiva i suoi dipendenti con minacce di ritorsioni e licenziamento, arrestato il gestore di un noto supermercato

L’amministratore unico di una società che gestisce diverse supermercati nella provincia di Salerno e, in particolare, nell’Agro nocerino sarnese, è stato arrestato, questa mattina, perché, con minacce di ritorsioni e licenziamento, intimidiva i suoi stessi dipendenti.

L’uomo, in passato, è stato anche colonnello nell’Esercito.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti è emerso che molti dipendenti venivano costretti ad accettare condizioni di lavoro illegittime rispetto al proprio contratto di lavoro, una retribuzione inferiore rispetto al lavoro prestato, a rinunciare a permessi e riposi, ma anche a sottoscrivere quietanze liberatorie con le quali dichiaravano di rinunciare ai crediti di lavoro maturati e non corrisposti.

Inoltre, spesso l’imprenditore li obbligava a vendere pietanze da asporto preparate con alimenti scaduti e non idonei al consumo, come carne annerita e maleodorante, poi “corretta” con l’aggiunta di additivi, pasta contenente blatte, frutta e ortaggi marci. Grazie alle estorsioni compiute, l’uomo era riuscito a crearsi un “profitto” in denaro di 1.704.354.39 euro, che gli è stato sequestrato dalle Forze dell’ordine.

L’indagine è stata coordinata dal sostituto procuratore di Nocera Inferiore Angelo Rubano, in collaborazione la stazione dei Carabinieri di Nocera Superiore e con la Guardia di Finanza della sezione P.G. della Procura.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi