Cava de' Tirreni EVIDENZA Politica Salerno video

Del Vecchio si dimette, resa dei conti in maggioranza

Cava de’ Tirreni. Dopo Annetta Altobello, ex delegata all’agricoltura, è stato Giovanni Del Vecchio a rimettere la delega alla cultura nelle mani del Sindaco, Vincenzo Servalli.

La scelta è stata optata nel pomeriggio di ieri con una PEC in cui Del Vecchio precisa che le dimissioni non sono “di natura politica, ma riconducibili a difficoltà oggettive nell’espletamento delle mie funzioni più volte rappresentate e che non hanno, ad oggi, trovato soluzione”.

Problematiche che avevano visto sovrapposti Enrico Polichetti e lo stesso Giovanni Del Vecchio, il primo Assessore ai Grandi Eventi, il secondo, come scritto, alla cultura.

“Ho sempre evidenziato al capostaff – scrive Del Vecchio nella lettera di dimissioni – la necessità di sapere per tempo quali eventi rientrassero nella mia competenza e quali ne fossero esclusi, attesa la difficoltà di distinguere in modo netto tra eventi di matrice culturale ed eventi  compresi nella categoria dei “Grandi Eventi”.

A tutto questo, va aggiunto che le attività propedeutiche alla corretta gestione della “Cultura” abbiano necessità “di risorse appostate in uno specifico capitolo di bilancio”. Impossibile pensare di “creare Cultura – scrive l’ex delegato – e non limitarsi a patrocinare e gestire eventi ordinari o consolidati.”

Non sappiamo al momento quale sarà la mossa del Sindaco, ma che certamente le elezioni, tutte politiche, per il rinnovo del Consiglio provinciale di Salerno, sono da tenere in alta considerazione.

Il “guaio” scaturisce proprio dalla decisione dell’UDC di schierarsi unanimemente con Pasquale Mauri, ex Sindaco di Angri ed ora Consigliere comunale. Ed allo stesso modo, sul fronte PD, di candidare tutti i propri Sindaci al Consiglio politico provinciale. Scelte legittime, ma che indicano una frattura che va molto al di là di un mero Consiglio comunale. Ed allora ben venga la resa dei conti del prossimo 8 gennaio quando PD ed UDC conosceranno realisticamente i propri numeri, o meglio, il proprio peso politico sia a Cava de’ Tirreni, sia Angri, sia nei Comuni dove UDC e PD “erano alleati”.

“Non voglio replicare alle dichiarazioni del Sindaco sull’UDC – spiega Giovanni Del Vecchio – quelle spettano al partito, ma come sempre restiamo aperti a qualsiasi confronto. Ci sembra del tutto normale che un partito come l’UDC  – conclude Del Vecchio – possa avere una posizione diversa dal PD e pertanto possa prendere altre strade. A questo punto, attenderemo anche noi le prossime elezioni provinciali”.

Scopri l'Autore

Antonio Ioele

Antonio Ioele

10 anni, tra Italia ed estero, tra radio, tv, carta stampata e web. Da febbraio 2017 sono il delegato dello “Studio Associato laRed” (P.IVA 05569100653), proprietario della testata giornalistica laRedazione.eu.

Il portale www.laredazione.eu è fisicamente alloggiato presso i server di Aruba S.p.A.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi