Attualità EVIDENZA

Decreto dignità: «Il gioco nuoce alla salute», gratta e vinci come le sigarette

gratta e vinci

Decreto dignità: «Il gioco nuoce alla salute», l’avvertenza andrà indicata sui gratta e vinci come sui pacchetti di sigarette. Tessera sanitaria per utilizzare le slot machine

Il decreto dignità che ha ottenuto ieri il parere favorevole della Camera introduce nuove e discusse novità su gratta e vinci e slot machine. Anche sui gratta e vinci, a breve, comparirà la scritta “nuoce alla salute”. Come accaduto con le sigarette allo stesso modo il Parlamento ha deciso di approvare una svolta sui rischi scaturiti dal gioco d’azzardo. I nuovi tagliandi dei gratta e vinci dovranno contenere messaggi sui rischi connessi al gioco d’azzardo in modo da coprire almeno il 20% della superficie su entrambi i lati, al fine di informare i giocatori. Per quanto riguarda i vecchi tagliandi tuttora in commercio, e sprovvisti di avvertenze, questi potranno essere venduti ancora per un anno a partire dalla data di conversione del decreto. La stretta sui giochi riguarda anche le slot machine, sulle quali dovrà essere apposta un’analoga scritta, oltre che nelle aree e nei locali dove vengono installati.

Inoltre, con il decreto arriva il divieto di pubblicità dei giochi d’azzardo e si prevede “l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria di importo pari al 20% del valore della sponsorizzazione (non al 5% come previsto in precedenza) o della pubblicità e in ogni caso non inferiore, per ogni violazione, a 50mila euro”.

Tessera sanitaria
Dal 1° gennaio 2020 “l’accesso agli apparecchi da intrattenimento”, è concesso “esclusivamente mediante l’utilizzo della tessera sanitaria al fine di impedire l’accesso ai giochi da parte dei minori”.

Logo “No Slot”
I Comuni possono concedere il logo “no slot”, patrocinato dal ministero dello Sviluppo economico, agli esercizi commerciali che eliminano o si impegnano a eliminare le apparecchiature da intrattenimento dai loro locali.

Il decreto ha ottenuto ieri il via libera della Camera con 312 sì, 190 no e 1 astenuto. Il testo passa ora in seconda lettura al Senato per un esame lampo, con l’obiettivo di chiudere a Palazzo Madama martedì prossimo.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

laRed TV


ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

G+

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi