Campania EVIDENZA Nocera Inferiore Politica Salerno

D’Acunzi scioglie la riserva: «Mi candido alla guida di Nocera Inferiore»

D'Acunzi

Nocera Inferiore. Con una conferenza stampa, l’imprenditore nocerino Pasquale D’Acunzi annuncia la sua candidatura alla guida della Città.

In città e sui social, girava ormai da diversi giorni il nominativo di Pasquale D’Acunzi come possibile candidato sindaco alla guida della città di Nocera Inferiore. Dopo diversi giorni D’Acunzi dichiara che il tempo è ormai maturo e con pochi giri di parole annuncia la sua candidatura alla guida della città.

«Mi candido – dichiara l’aspirante sindacostimolato e motivato da diversi amici e anche da una coalizione di centrodestra e di area moderata, nonché da una presenza di cittadini che hanno stimolato la mia discesa in campo».

Riguardo a un suo tentennamento nell’accettare una candidatura a sindaco, D’Acunzi motiva: «Non è che ho tergiversato. Se ho riflettuto per un po’ di tempo è stato per capire quanto questa cosa venisse condivisa dall’opinione pubblica nocerina, raccogliendo opinioni, impressioni, ma anche suggerimenti». Sciolta la riserva, per l’imprenditore è adesso arrivato il tempo, facendo riferimento ai partiti dell’ala centrodestra che sosterranno la candidatura, della costruzione di una coalizione forte e che possa condividere con la città i progetti e le speranze.

«La mia determinazione – aggiunge D’Acunzi – è forte e qualsiasi sarà il ruolo, chiamato a svolgere, sarà con la massima responsabilità, senza alcun tipo di condizionamento.  È una sfida importante e nuova. Da una realtà di società privata che guido, devo confrontarmi con una società pubblica. Dovrò comprendere di questa città tutto il suo essere, anche le più piccole particolarità. Conoscere la città non è soltanto girarla, ma bisogna capirne tutte le angolature e tutte quelle che sono le speranze».

Inoltre, il candidato sindaco ha voluto motivare la scelta della location della conferenza stampa tenutasi a piazza Zanardelli, in prossimità di luoghi d’estrema importanza per la cultura e la storia nocerina: «E’ arrivato il momento di scoprire i luoghi di questa città che spesso sono rimasti fuori dalla città vera. Noi dobbiamo fare in modo che questa città, comprese le bellissime periferie, diventi una città grande e bisogna pensarla in una maniera diversa, costruendo una governance più ampia. E, come Agro, non dobbiamo essere  periferia né di Napoli né di Salerno».

«Adesso – conclude D’Acunzi – è il momento di costruire una squadra di candidati forti, affinchè la mia sia una campagna elettorale non di partecipazione, ma per aspirare a governare da sindaco questa città».

 

 

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi