Novembre 30, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Cyril Hanoun mette fuori combattimento Nicolas Bedos: “Non dimenticherà di chiamarci per chiedere soldi…”

La “Quelle époque” di Léa Salamé, nello storico palco di sabato sera (da tempo occupato da Laurent Roquier) ha almeno il merito delle polemiche. e disaccordi. che rimbalza, per rinculo, da catena a catena di PAF.

Tutto inizia con la testimonianza di Ragnar Le Breton, noto sulle reti per i suoi mandala colossali, il quale ha affermato che in Francia “alcuni media svolgono un ruolo distruttivo nelle relazioni umane e nella società”.

L’attore ha preso l’esempio di sua nonna che vive in Bretagna e che “non ha accesso a certe conoscenze, a certe cose che potrebbero accadere ad esempio a Parigi”. Ha generalizzato installando costantemente canali di notizie: “Sta guardando BFMTV e sta diventando razzista! È un dato di fatto. È un dato di fatto!”

Nicolas Bedos, che era presente sul set, ha scherzato con il vivace che sappiamo: “Quindi se vai su CNews, non te lo dico!”

Nel suo programma Touche pas à mon poste, il presentatore Cyril Hanouna ha ritrasmesso questo estratto e non ha mancato di rispondere a Nicolas Bedos, difendendo il suo negozio (C8 e CNews sono i canali del gruppo di canali): “Beh, c’era la valvola di Nicolas Bedos , che non dimenticherà di contattare il canale + Per chiedere soldi per finanziare i suoi film… Non dimentica di chiamarmi finché non vengo in sua difesa. È Nicolas, ci piace così con le sue piccole valvole, ma fermiamolo un po’!”

atmosfera…

READ  Instagram e Twitter limitano gli account di Kanye West dopo i post ritenuti antisemiti | Le persone