Campania Cava de' Tirreni EVIDENZA Scuola

Covid19, scuola: a Cava de’ Tirreni chiude anche il Liceo “De Filippis”

Iuliano: “Le Dirigenti scolastiche stanno facendo un ottimo lavoro, seguendo i protocolli richiesti caso per caso”

Cava de’ Tirreni. Dopo l’IC San Nicola e l’IC Carducci Trezza, anche il plesso del Liceo “De Filippis” di via G. Filangieri sospende la didattica in presenza.

La Dirigente scolastica del’IIS “De Filippis-Galdi”, Maria Alfano, infatti, ha disposto la sospensione della didattica in presenza, unicamente per la sede del Liceo “De Filippis” di via Filangieri, da domani 25 febbraio fino al 5 marzo per un caso di positività al Covid 19 accertato tra il personale ATA.

Considerata l’impossibilità di garantire i servizi essenziali per la fruizione in presenza delle attività scolastiche degli studenti del Liceo, date le misure di contenimento rivolte al personale ATA, da domani sarà attivata la Didattica a Distanza.

Intanto, è stata disposta la sanificazione dell’edificio da parte di una ditta esterna.

IC “Carducci Trezza”, docenti in quarantena

Resta chiuso, invece, fino all’esito dei tamponi del personale docente destinatario di provvedimento di quarantena da parte del Dipartimento di Prevenzione l’IC “Carducci Trezza”. Contestualmente la Dirigente scolastica, Filomena Adinolfi ha disposto l’attivazione della DDI per tutte le classi della scuola secondaria di I grado.

“La mia decisione non è tanto di natura sanitaria – ci dice la Dirigente, Adinolfi – quanto una necessità organizzativa, a fronte del provvedimento di quarantena da parte del Dipartimento di Prevenzione per ulteriori nove docenti che si aggiungono ad altri quattro per i quali era stata disposta la stessa misura. Di fatto, quindi, una impossibilità di garantire la didattica in presenza ai nostri studenti.”

“Agli alunni diversamente abili – continua – sarà sempre consentita – una volta effettuata la sanificazione straordinaria degli ambienti – la possibilità di frequentare in presenza con le necessarie misure di sicurezza, qualora le famiglie lo ritengano opportuno e fermo restando la disponibilità di risorse umane dedicate. La medesima possibilità di effettuare le lezioni in presenza sarà garantita agli alunni che frequentano le lezioni individuali di strumento musicale”.

Iuliano: “I dati ad oggi non sono allarmanti”

Per fare chiarezza sulla situazione scolastica abbiamo, quindi, sentito l’assessore all’Istruzione, Lorena Iuliano, la quale ci ha spiegato le diverse circostanze che riguardano i tre Istituti e chiarito che: “I dati, ad oggi, ci rivelano che le fasce di età più colpite nella nostra città non sono quelle relative agli alunni delle nostre scuole. Dati che ci confortano sicuramente. Intanto stiamo quotidianamente verificando e monitorando la situazione di concerto con il Dipartimento di Prevenzione. Le Dirigenti scolastiche stanno facendo un ottimo lavoro seguendo i protocolli richiesti caso per caso”.

“Qualora dai dati – conclude la Iuliano – dovesse risultare una situazione peggiorativa siamo pronti ad adottare tutti i provvedimenti opportuni e necessari.

Leggi anche: Cava, positivo l’autista scuolabus, in quarantena il plesso di San Nicola

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi