Agro Nocerino Cava de' Tirreni Cronaca EVIDENZA Scuola

Covid e scuole: Cava e Agro, i sindaci chiedono un urgente tavolo istituzionale

banchetti covid

Covid e scuole, i sindaci dell’area nord della provincia di Salerno chiedono un urgente tavolo istituzionale per una linea di condotta comune

I comuni a nord di Salerno chiedono di redigere un piano comune per fronteggiare la situazione relativa a Covid e scuole. Sono dieci i primi cittadini che hanno chiesto un urgente incontro con Prefetto, Regione, Provincia e Asl:

  • Cosimo Ferraioli, Angri
  • Vincenzo Servalli, Cava de’ Tirreni
  • Pietro Pentangelo, Corbara
  • Manlio Torquato, Nocera Inferiore
  • Giovanni Maria Cuofano, Nocera Superiore
  • Raffaele De Prisco, Pagani
  • Carmine Pagano, Roccapiemonte
  • Carmela Zuottolo, San Marzano sul Sarno
  • Giuseppe Canfora, Sarno
  • Cristoforo Salvati, Scafati

Manca una linea di condotta omogenea

I sindaci parlano dunque di “grave ingestibilità” relativamente alla situazione delle scuole. Il tutto a causa di diversi fattori. In primis, le pressioni dei genitori e talvolta dei dirigenti scolastici sulle amministrazioni locali. Poi le segnalazioni dei dipartimenti territoriali dell’Asl, disomogenee anche tra comuni tra loro confinanti. Coi sindaci indotti dunque a prendere provvedimenti differenti in un’area geografica racchiusa in soli 13 chilometri.

In tal senso, aggiungono i sindaci, spesso i dati in possesso dei comuni non inducono a proporre il ricorso alla didattica a distanza. Ma senza un adeguato supporto dei dipartimenti dell’Asl non si può quindi avere tra tutti una linea di condotta omogenea.

Alla luce dei provvedimenti indotti per le scuole di Angri, Pagani e Scafati, i primi cittadini reputano urgente un incontro con il Prefetto, la direzione generale dell’Asl, il responsabile provinciale del Dipartimento di Prevenzione, la Regione Campania e la Provincia.

“Solo in questo modo – si legge nella lettera congiunta – si può risolvere in modo armonico, sulla base dei dati Asl e di quelli in possesso dei Comuni, una situazione che rischia di sfuggire di mano”.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi