Febbraio 8, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Cosa succede nel nostro cervello quando iniziamo a parlare con noi stessi?

È una di quelle domande che tutti si pongono, ma nessuno la passa ad altri perché ci riporta al nostro senso di vergogna. Cosa faccio parlando con me stesso?

Possiamo pensare quando la conversazione inizia nelle nostre teste, dove a volte sembra che siano coinvolte più di due persone, quando ci sei solo tu. Non solo è normale o comune, ma ci definisce anche come specie. Quindi vai avanti, lascia cadere i tuoi meschini pregiudizi e dillo ad alta voce: non riesco a smettere di parlare con me stesso.

Mentre è vero, come hanno dimostrato molte ricerche, che ci sono persone la cui voce interiore rimane piuttosto tranquilla, mentre altre sono molto loquaci, si tratta generalmente di un esercizio di consapevolezza legato all’autocoscienza, alla consapevolezza e alla memoria. Quindi, come avviene esattamente questo dialogo interiore?

Per cominciare, gli esperti ritengono che ciò che è, in realtà, un monologo (perché siamo gli unici a parlare, anche se sembra che stiamo sperimentando voci diverse) sia una simulazione di discorso aperto. In altre parole, non c’è molta differenza tra parlare verbale e non verbale, Rapporto sull’articolo di Live Science.

Quando smettiamo di parlare ad alta voce

Secondo Helen Lovenbrock, ricercatrice principale in neurolinguistica e team leader, Discorso Dal Laboratorio di neurocognitivi e psicologia del CNRS, il cervello subisce processi simili quando pensiamo alle parole e quando le diciamo ad alta voce.

Ciò significa che le aree del cervello che si attivano durante il dialogo interiore sono molto simili a quelle che si attivano durante il discorso esplicito o autentico. Queste aree includono i lobi frontali dell’emisfero sinistro ei lobi parietali, ad esempio, che aiutano a elaborare gli stimoli esterni.

READ  Esercizio: aumenta gli endocannabinoidi e riduce l'infiammazione

Pertanto, durante l’infanzia, ci comportiamo come spugne, assorbendo costantemente nuove informazioni da tutte le angolazioni. Sono sicuro che hai sentito la frase più di una volta. Secondo Loevenbruck, i bambini che giocano da soli spesso parlano ad alta voce con i giocattoli (niente di nuovo). Tuttavia, dai 5 ai 7 anni, questa vocalizzazione si rivolge verso l’interno.

Gioco per adulti

Il modo in cui creiamo l’ambiente del linguaggio sociale ci porta a sopprimere questi gesti quotidiani quando siamo giovani. Perché il dialogo interiore è disapprovato, un atto premuroso nei confronti della secolare idea di follia che ancora ci affligge.

Ma in fondo, il tuo cervello non si preoccupa di alcun pregiudizio, quindi anche se è nascosto, sta cercando modi per tenerti impegnato in conversazioni di ogni tipo. E paradossalmente diventa una specie di gioco per adulti: durante questa discussione interna, reciti due ruoli: tu e la persona con cui stai parlando.

Loevenbruck sottolinea che quando suoni da solo, i centri uditivi sul lato sinistro del tuo cervello vengono attivati. Nel frattempo, quando internamente cambi ruolo per interpretare la persona con cui stai litigando, C’è una sorta di spostamento nell’attivazione dalla regione del cervello all’emisfero destronelle regioni parasimpatiche come il lobo parietale e il lobo frontale.

La sfida dei monologhi involontari

Vedere la situazione che stai immaginando da una prospettiva diversa dalla tua, anche se è quella che stai costruendo nella tua testa, cambia le aree del cervello coinvolte nel processo.

Precedenti studi hanno già dimostrato che il cervello mostra un’attività simile con il discorso interiore e il discorso verbale attraverso le osservazioni della risonanza magnetica. Quindi il passo successivo è quello di avvicinarsi a ciò che accade in questi meravigliosi organi quando lasciamo vagare la nostra mente.

READ  « C'est dès le premier degré que les inégalités se creusent »

Come dice il ricercatore, non tutti i monologhi interni sono intenzionali. A volte parole o frasi vengono in mente senza che ti venga chiesto. In ogni caso, ascoltali.

Spettacolo nascondere Contenuti