Attualità Campania Finanza

Silvio Petrone, emergenza economica è dietro l’angolo. Evitare il ricorso all’usura. Fate presto.

Emergenza coronavirus. Lettera aperta del Presidente di Banca Campania Centro, Silvio Petrone. “L’altra grande emergenza, quella economica”. Il presidente Petrone avverte sul “risveglio dell’angelo della morte, l’usura” e sull’importanza del “fattore tempo”.

“I nostri giorni, da alcune settimane, sono scanditi da un appuntamento fisso, alle 18: il bollettino della Protezione Civile sull’evolversi dell’emergenza sanitaria, che è senz’altro l’aspetto primario oggi. Non c’è però un bollettino ufficiale che possa fotografare l’evolversi di un’altra emergenza, altrettanto importante: quella economica. Un’emergenza che ogni giorno palesa sempre più la sua drammaticità.

La nostra cooperativa in questa emergenza è sulla linea di fuoco. E nel suo microcosmo, si è mossa conscia della necessità di pronte risposte. E in tempi rapidissimi ha elaborato una serie di concreti sostegni a imprese e famiglie coinvolte direttamente dall’emergenza, attraverso la sospensione delle rate di mutui e di finanziamenti e mettendo a disposizione un plafond di 10 milioni di euro per finanziamenti a tasso ridottissimo che permettessero un’iniezione di liquidità, fondamentale, in momenti come questi con tanti blocchi di attività e di lavoro.

Ad oggi abbiamo sospeso a tasso zero circa 4000 rate di mutui per un importo di oltre 6.000.000 di euro. Nelle prossime ore sarà resa disponibile nuova finanza per oltre 5.000.000 di euro a circa 250 fra imprese e famiglie.

Nei prossimi giorni si continuerà su questa attività di primo impatto.

La nostra risposta è stata rapida grazie all’impegno straordinario del personale di ogni ordine e grado a cui va il commosso ringraziamento di tutti noi Soci e clientela tutta.

Siamo presenti, ascoltiamo, diamo risposte. Lo facciamo in linea con i nostri Valori.

Ma mi preme sottolineare la straordinaria importanza dei tempi brevi.

Nelle emergenze il tempo delle risposte è determinante. Tutto è urgente. Nelle emergenze non c’è il tempo di programmare, specialmente le famiglie.

Il Procuratore della Repubblica di Catanzaro. Dott. Nicola Gratteri, nei giorni scorsi ha parlato del “risveglio dell’angelo della morte: l’usura”. L’usura sfrutta i ritardi di chi dovrebbe dare subito risposte. Il fattore tempo è determinante.

Tutte le Istituzioni, le aziende, le persone ne dovrebbero tenere conto.

Noi, nel frattempo, di concerto con il nostro Gruppo Bancario Iccrea, stiamo continuando a lavorare su iniziative più strutturate: in primis, rendere concreti gli interventi all’aiuto finanziario a tutte le aziende di cui al Decreto Legge n. 18 del 17.03.2020 “Cura Italia” e agli altri interventi statali che in queste ore sono in fase di approntamento. Rimaniamo attenti e disponibili per ogni ulteriore iniziativa. Siamo in attesa della concretizzazione dell’importante iniziativa della Regione Campania nel campo degli aiuti alle Piccole e Medie Imprese, per la quale abbiamo già espresso la nostra disponibilità. Parimenti abbiamo aderito a tutte le iniziative promosse da Federcasse e ABI.

Lunedì è stata lanciata una pubblica sottoscrizione, aperta a tutti, per una raccolta di fondi per le emergenze sanitarie delle nostre comunità. Non mi aspetto grandi donazioni, che pur saranno graditissime, mi aspetto e spero un grandissimo numero di donazioni, convinto della sensibilità e della solidarietà che non è mai venuta a mancare nella lunga vita della nostra cooperativa.

Oggi, nel frattempo, dovrebbe iniziare a funzionare il Centro Covid19 dell’Ospedale di Eboli, al cui allestimento abbiamo in parte provveduto con fondi aziendali che hanno permesso l’acquisto di materiale sanitario per oltre 100.000 euro.

Invece, con i primi fondi della sottoscrizione, abbiamo provveduto ad acquistare e donare due ventilatori polmonari che saranno consegnati all’Ospedale Ruggi di Salerno e di un ventilatore polmonare da destinare all’Ospedale di Battipaglia, oltre ad altro materiale sanitario.

Ora è il tempo per tutti di stare lontani. Distanti ma vicini. Con la consapevolezza che il sole sorgerà ancora”.

                                                                                                           Silvio Petrone

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi