Gennaio 18, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Coronavirus: la mappa dell’ECDC diventa sempre più rosso scuro

Il Belgio è ancora rosso scuro sulla mappa del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, così come i Paesi Bassi, la maggior parte della Germania, la Francia e quasi tutta l’Europa occidentale.

Tempo di lettura: 2 minuti

ilLa tessera del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie è diventata sempre più rossa nelle ultime settimane. Alla fine di novembre, tutto il verde è scomparso. Le aree di colore arancione scompaiono di settimana in settimana. Oggi, una piccola parte dell’Italia, così come la Romania, sono le uniche regioni con un colore arancione.

Ogni giovedì, il Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie pubblica una mappa Covid europea con codici colore basati sul numero di contaminazioni e sulla percentuale di test positivi negli ultimi 14 giorni. La carta contiene quattro colori: verde, arancione, rosso e rosso scuro.

Una regione o un Paese diventa rosso in due casi: quando il tasso di infezione per 100.000 abitanti oscilla tra 75 e 200 in un periodo di quattordici giorni con un tasso di positività (la percentuale di test positivi sul totale dei test) maggiore del 4% o quando il tasso di infezione è superiore a 200 indipendentemente dal tasso di positività.

Poche zone in arancione

D’altra parte, il Belgio rimane rosso scuro, come nei Paesi Bassi, nella maggior parte della Germania, in Francia e in quasi tutta l’Europa occidentale.

Questi codici colore servono come indicazione per i membri dell’UE per imporre condizioni (quarantena, test negativi) sui viaggi. Sebbene l’Unione Europea emetta raccomandazioni, spetta agli Stati membri decidere quali condizioni saranno imposte ai viaggiatori che tornano dalle aree contrassegnate in verde, arancione o rosso.

READ  Maureen Dor rivela di essere stata aggredita sessualmente da Nicholas Hollow