Gennaio 22, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Coppa d’Africa 2022: Campioni d’Africa, l’Algeria è più forte di quanto non fosse nel 2019?

Se non perde nessuna delle sue tre partite del primo turno della Coppa d’Africa 2021 contro Sierra Leone (11 gennaio), Guinea Equatoriale (16 gennaio) e Costa d’Avorio (20 gennaio), l’Algeria eguaglierà il mondo record nell’indomita selezione detenuta dall’Italia (37 imbattibilità dal 10 ottobre 2018 al 6 ottobre 2021). Il 5 gennaio, battendo il Ghana (3-0) in un’amichevole a Doha (Qatar), si è avvicinato un po’ alla prestazione dei transalpini, e questa impressionante serie di statistiche consolida il suo posto come favorito in Camerun.

Naturalmente, i Desert Foxes non sono gli unici che possono pretendere di raggiungere i vertici del calcio africano. Allo sbando, Camerun, Egitto, Senegal, Marocco, Costa d’Avorio e persino Ghana, Nigeria e Tunisia stanno mostrando le loro ambizioni in una forma o nell’altra. Ma gli algerini sembrano ancora addurre i migliori argomenti per mettere il loro nome nella lista dei premi dell’evento per la terza volta, dopo il 1990 e il 2019, anche se l’antologia nordafricana ha sempre faticato a vincere fuori casa.

Coppa delle Nazioni Africane

Aubameyang e Limina sono risultati positivi al Covid-19 tre giorni prima dell’inizio del campionato CAN

13 ore fa

“Per me è la migliore squadra in Africa. Non significa che vincerà la Coppa d’Africa, ma secondo me è la più completa”, spiega Jean-Michel Cavalli, ex allenatore dell’Algeria (2006-2007) e dall’ottobre 2020 alla guida di Mina de Niger.

Fa il minimo errore, paga in contanti

I nigeriani hanno recentemente incontrato i compagni di squadra, durante il secondo turno di qualificazione ai Mondiali 2022, pagando ogni volta pesanti conti, sia a Blida (1-6, 8 ottobre) che a Niamey (0-4, ottobre). 12). “All’andata la mia squadra ha perso solo 1-0 nel primo tempo. Siamo tornati sul 2-1, ma la cosa sorprendente di questa selezione algerina è che fa il minimo errore a pagamento. Abbiamo fatto poco e perso difficile. In alcune occasioni, siamo riusciti a farli arrabbiare, ma non si sono fatti prendere dal panico”., continua il tecnico corso.

READ  Australian Open 2022: Nick Kyrgios positivo al Covid-19, non certo per il torneo

Mohamed Borhan, vice capitano del Gibuti, altra squadra che l’Algeria ha travolto nello stesso girone di qualificazione (0-8, 0-4), ha potuto apprezzare lo stato d’animo che sembrava muovere le Volpi. “Si parlano tanto in campo, parlano tanto. Si incoraggiano, si raccontano quando è necessario, vogliono sempre fare più gol, è un modo per rispettare l’avversario. All’andata , stavano conducendo 7-0, e abbiamo potuto vedere che non era abbastanza. Sul 6-0, Djamel Belmadi ha portato in campo Andy Delors e Said Benrahma”.

stesso telaio

Il tecnico algerino può contare su una squadra riconosciuta e su un pubblico quasi impareggiabile in Africa. Nessuno dei protagonisti mancherà in Camerun, quando alcuni dei candidati allo scudetto dovranno accontentarsi di una rosa incompleta. “Anche se c’erano dei nuovi giocatori, Belmadi ha mantenuto la stessa struttura del campione africano nel 2019: Mbolhi, Mandy, Benlamri, Mahrez, Feghouli, Brahimi, Bellali, Slimani… Inoltre, siamo felici di tornare in squadra e in quasi tre anni acquisiscono più esperienza e alcuni di loro, nei club, brillano, come Mahrez al Manchester City”., nota Ali Ferjani, ex nazionale e poi allenatore dei Desert Foxes.

Algeria

credito: Getty Images

Durante l’ultima Coppa Araba che si è svolta in Qatar a novembre e dicembre, Belmadi ha saggiamente chiesto a Majid Bougherra, responsabile della selezione di A’, di convocare giocatori dei club del Golfo Arabico, alcuni dei quali fanno parte dei suoi CEO (M’Bolhi) . Benlamri, Balali, Bounedjah). “Belmadi ha mostrato intelligenza, perché queste partite della Coppa Araba hanno permesso ai giocatori di avere un’altra competizione nelle gambe, che hanno vinto, un mese prima della Coppa d’Africa”., continua il talentuoso ex JS Wen. un. Giorno di Hussein.

L’Algeria ha lottato contro il Burkina Faso

La qualità artistica degli algerini con cui hanno dovuto fare i conti nelle ultime settimane è stata notevole. “Questa squadra algerina sta giocando molto bene, e siccome in Camerun si svilupperà su buoni promotori, saprà diffondere il proprio gioco. Anche se non è sempre impressionante, anche se non è sempre un piroscafo, il Burkina Faso è stato in grado di porre grossi problemi, su di lui nelle qualificazioni ai Mondiali (1-1, 2-2), ha giocatori che possono fare la differenza in ogni momento, nei calci piazzati, nel lavoro individuale o di squadra”., riprende Cavalli.

Anche se è invincibile in 34 partite, l’Algeria deve avere ancora dei difetti? “A volte ho avuto l’impressione che l’asse centrale della difesa, Benlamri Mande, potesse incontrare difficoltà”Burhan ha notato. “Perché è una squadra che attacca molto, è probabile che tu debba preoccuparti dei blocchi”Aggiunge Cavalli, mentre “l’Algeria dovrà rispondere alla sfida fisica posta dalle squadre subsahariani, e questo non è sempre ciò che preferisce”, conclude Fergani. Che, come Cavalli, crede che l’Algeria sia più forte di quanto non fosse nel 2019 in Egitto.

Coppa delle Nazioni Africane

COVID-19 Conflitti, regolamentazione e repressione… Il Camerun affronta molteplici sfide

13 ore fa

Coppa delle Nazioni Africane

Tre giocatori senegalesi positivi al Covid-19

Ieri alle 10:23