Cava de' Tirreni Salerno

Controlli a tappetto sui locali della movida, pioggia di sanzioni

Movida a Cava de' Tirreni

Undici sanzioni amministrative per errato conferimento dei rifiuti e emissioni di fumi nocivi: si stringe la morsa dei controlli nel centro storico.

Cava de’ Tirreni. Nelle ultime due settimane gli agenti della polizia locale, su segnalazione dei residenti, hanno verbalizzato undici ingiunzioni di pagamento (nove nei confronti di attività commerciali e due a privati del centro cittadino e zone limitrofe) per violazione della disciplina vigente sulla raccolta differenziata, l’abbandono incontrollato di rifiuti e, in due casi, per emissione di fumi e vapori molesti dalle canne fumarie.

Il raggio d’azione ha riguardato per grandi linee attività di ristoro a ridosso del centro storico: da corso Umberto I a viale Marconi, fino a corso Mazzini; senza tralasciare esercizi più decentrati tra via Ferrara, via Veneto e via De Filippis.

Noi confronti di quanti sono stati colti a conferire erroneamente rifiuti non differenziati la polizia locale ha provveduto a notificare le sanzioni previste dai vigenti regolamenti (con ammende a partire da 300 euro per gli esercizi pubblici e 500 per i privati cittadini) mentre, per le emanazioni nocive, i titolari interessati dovranno provvedere all’adeguamento obbligatorio degli impianti di smaltimento di fumi e odori molesti entro il termine perentorio di 30 giorni.

Ma nel registro delle infrazioni più frequenti si inseriscono anche altri tipi di violazioni che nel corso dell’ultimo anno hanno portato l’amministrazione comunale – in particolare l’assessorato alle attività produttive, retto da Adolfo Salsano, di concerto con il consigliere delegato alla sicurezza, Enrico Farano – a predisporre un’attività di monitoraggio sempre più serrata sulla base anche del rinnovato regolamento del centro storico.

Dall’occupazione del suolo pubblico alla vendita non autorizzata di prodotti alimentari, passando per il superamento dei limiti per le emissioni sonore: per tutti questi tipi di trasgressioni delle normative vigenti, gli agenti della polizia locale da ottobre a oggi, hanno elevato sanzioni per un totale di circa 60 mila euro.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi