Agro Nocerino Cronaca EVIDENZA

Commercio di gasolio in nero: cisterna sequestrata a Roccapiemonte

Commercio di gasolio in nero

Commercio di gasolio in nero, le Fiamme Gialle sequestrano un’autocisterna con 30mila litri di carburante a Roccapiemonte

La Guardia di Finanza ha denunciato nei giorni scorsi un pregiudicato napoletano per commercio di gasolio in nero. I finanzieri hanno sequestrato una cisterna contenente 30mila litri di carburante, che l’uomo avrebbe messo in commercio eludendo il pagamento delle accise.

Il controllo è scattato in una strada periferica di Roccapiemonte. Dal controllo dei documenti sono emerse incongruenze sulla targa del mezzo e sul conducente, che avrebbe dovuto essere di nazionalità straniera. Alla guida c’era invece un 38enne di origini napoletane.

Commercio di gasolio in nero

I finanzieri hanno condotto la cisterna in un deposito giudiziario di San Valentino Torio. In attesa di analizzare campioni del carburante per accertare eventuali miscelazioni illegali. Le Fiamme Gialle hanno sequestrato all’uomo anche un orologio Rolex del valore di almeno 15mila euro e circa 7mila euro in banconote. Il 38enne risulta già condannato per truffa e riciclaggio, oltre ad aver subito una serie di denunce per altri reati.

L’uomo rischia ora una condanna fino a 3 anni di reclusione, oltre al pagamento di un’ammenda fino a un massimo di 184mila euro. Inoltre, avendo violato le prescrizioni anti-Covid, dovrà pagare anche una multa di 400 euro, incrementata fino a un terzo essendo alla guida di un autoveicolo lontano dal comune di residenza e dopo le 22.

Commercio di gasolio in nero

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi