Settembre 24, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Come costruire una base lunare permanente?

Come costruire una base lunare permanente?

I pochi astronauti che hanno messo piede sulla luna vi sono rimasti al massimo un giorno. chiede la BBC sulla costruzione di una base praticabile per diversi anni.

Da quando l’ultimo astronauta ha lasciato il satellite nel 1972, le uniche tracce umane sono costituite da poche bandiere e tre bandiere. rover E novantasei sacchi di spazzatura.

“L’obiettivo della nostra missione oggi è garantire che nessuna bandiera o impronta venga lasciata senza conseguenze future”, spiega Nujoud Merancy, capo strategia e architettura per lo sviluppo dei sistemi di esplorazione presso la NASA. “Vogliamo gettare le basi per il progetto che va avanti”.

Finora il piano ha avuto molto successo. Artemis, il primo volo senza equipaggio della NASA verso la Luna, è tornato sulla Terra dopo quattro settimane nello spazio. Artemis II porterà i primi astronauti in orbita lunare nel 2024 e poi, a metà del decennio, due astronauti della missione Artemis III raggiungeranno la luna.

“Per esplorare la luna, hai bisogno di un sistema di navigazione, e l’equipaggio non può camminare molto lontano, La misericordia continua. Il nostro obiettivo è costruire un sistema in grado di organizzare viaggi di un mese”.

Tuttavia, più lunga è la missione, maggiore è la posta in gioco. “Dobbiamo affrontare tre sfide principali: radiazioni, temperature estreme e impatti di meteoriti”, Aidan Cowley, consulente scientifico dell’Agenzia spaziale europea (ESA), a Colonia, in Germania.

“Sulla Luna, siamo esposti alle radiazioni solari e cosmiche in dosi molto più pericolose. Le temperature possono raggiungere i 100°C durante il giorno e i -180°C di notte.” Cowley lo sta sviluppando per la BBC. “Quindi, devi solo guardare la luna per notare i suoi crateri, poiché viene costantemente colpita da minuscoli meteoriti che distruggono tutto ciò che si trova sulla sua superficie.”

La NASA vuole utilizzare le risorse naturali della luna

Piuttosto che coltivare abitazioni costruite sul terreno, che richiederebbero un budget elevato, Aidan Colloy suggerisce che la missione si adatti al suo ambiente: “Se guardi alla storia della nostra civiltà, ad ogni nuovo passo abbiamo utilizzato le risorse intorno a noi per sopravvivere”.

Sebbene, come sottolinea la BBC, le risorse della Luna non siano evidenti a prima vista – nessuna fonte di vegetazione, cibo o acqua – ne ha alcune: luce solare e acqua ghiacciata.

READ  Scegli l'un de ses 6 yeux et découvrez ainsi votre personnalité.

Scienziati e ingegneri dell’ESA sono riusciti a fabbricare mattoni riscaldando la polvere in un forno solare e bombardando Il ricco con il forno a microonde. In futuro, l’idea sarebbe quella di creare un costruttore sperimentale di mattoni spaziali. In caso di successo, questi mattoni potrebbero essere utilizzati per costruire intere strutture lunari.

Nujoud Merancy non promette di costruire un villaggio lunare entro dieci anni, ma è fiduciosa che entro il prossimo decennio ci saranno semplici fondazioni umane in grado di ospitare gli astronauti per vivere e lavorare.