Campania Cava de' Tirreni Cronaca EVIDENZA

Coltivava marijuana in una villetta disabitata, stanato giovane cavese

Si introduce in una villetta disabitata e vi coltiva piante di marijuana, arrestato dalla Polizia.

Cava de’ Tirreni: gli agenti della Polizia di Stato del locale Commissariato di Pubblica Sicurezza hanno tratto in arresto un giovane cavese responsabile di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, violazione di domicilio e detenzione illegale di materiale esplodente. Gli agenti intervenivano, in seguito ad una segnalazione telefonica di alcuni cittadini, presso una villetta sita in zona Santa Lucia, dove un giovane si era introdotto furtivamente.

Giunti sul posto, gli agenti hanno notato la presenza sul balcone del ragazzo, intento ad annaffiare alcune piante, rivelatesi poi essere di sostanza stupefacente del tipo marijuana. Gli agenti sono entrati all’interno e hanno riscontrato la presenza di materiale per coltivazione e semi di marijuana, lì depositati dal giovane che, dopo aver rotto il vetro di una finestra, si era introdotto sistematicamente, stante l’assenza prolungata del legittimo proprietario.

Dalla successiva perquisizione sono state rinvenute sulla terrazza della villetta quattro piante di marijuana, alte circa cm 45 contenute all’interno di vasi, oltre a materiale e attrezzi vari per la coltivazione tra cui fertilizzanti, taniche di plastica, sacche di terreno e concime.

Sono state, inoltre rinvenuti sul balcone altri 3 vasi di plastica contenenti germogli di semi di marijuana ed altro materiale per la coltivazione delle piante.

Gli agenti hanno esteso la perquisizione anche all’abitazione in zona del giovane, dove venivano trovati un trancio di hashish del peso di gr. 2,80, un trituratore contenente residui di marijuana ed altro materiale per la lavorazione dello stupefacente. Inoltre, all’interno della cantina gli agenti rinvenivano materiale esplodente pericoloso detenuto illegalmente dal ragazzo.

Nella sua camera da letto infine sono state trovate 600 euro in banconote di piccolo taglio, probabile provento dell’attività di spaccio. Il giovane, identificato per G.A, cavese di anni 19, dopo le formalità di rito, è stato arrestato e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria agli arresti domiciliari.

Aggiungi un commento

Cosa aspetti? Dicci la tua!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi