EVIDENZA Finanza Le ricette della Finanza Programma

Cocktail di benvenuto… nella finanza

Iniziamo il nostro percorso di educazione finanziaria, anzi di educazione “culinario/finanziaria”, dagli antipasti, o meglio dal cocktail di benvenuto. di Marco Marcocci

Ci sono delle regole generali, infatti, che dobbiamo sempre tenere a mente quando ci accingiamo a porre in essere un’operazione finanziaria a prescindere se questa sia (apparentemente) semplice, come il pagamento della spesa al supermercato, o complessa, come la sottoscrizione di un bond subordinato.

Chiamateli pure consigli, come li etichetta il portale dell’educazione finanziaria “Quello che conta”, o regole, come le abbiamo menzionate noi, o suggerimenti dello chef (tanto per rimanere nel gergo culinario!), insomma… l’importante è che, quello che stiamo per raccontarvi, ci accompagni ogni volta che siamo in procinto di prendere una decisione che riguarda i nostri soldi. In pratica è come se si trattasse degli ingredienti indispensabili per preparare non solo un cocktail, bensì qualsiasi piatto si voglia cucinare.

Per prima cosa si deve aver cura dei propri soldi che devono essere maneggiati con impegno, devono essere utilizzati quando serve veramente, devono essere gestiti con parsimonia. Soltanto se dedichiamo del tempo e le giuste attenzioni a questo aspetto, sarà possibile risparmiare di più che, tradotto “in soldoni”, significa due cose: avere un futuro più roseo e voler bene a sé stessi e ai propri cari. Non siete d’accordo?

Il secondo ingrediente che non può mancare nella nostra cucina è l’essere ben informati su ciò che stiamo facendo.

Qui dobbiamo essere certi che le fonti utilizzate per informarci siano attendibili e sicure come quelle istituzionali e ufficiali. A proposito, anche Banca d’Italia da qualche tempo ha un portale per la cultura finanziaria che si chiama “L’economia per tutti”. Essere ben informati su un prodotto finanziario significa aver fatto delle ricerche ed aver compreso quello che ci è stato spiegato o che abbiamo letto. Come dice qualcuno “meglio una domanda in più, che ritrovarsi con soldi in meno!”.

Ecco il terzo ingrediente: confrontare più prodotti finanziari. Così come quando dobbiamo acquistare per esempio una lavatrice visioniamo più modelli ed andiamo in più negozi, anche quando dobbiamo sottoscrivere un prodotto finanziario è bene perdere un po’ di tempo per cercare più soluzioni e cogliere quella più vantaggiosa.

Andiamo avanti con la preparazione del nostro cocktail aggiungendo una bella dose di non firmiamo se non abbiamo capito. Quando vogliamo sottoscrivere un prodotto finanziario non siamo obbligati a firmare se abbiamo dubbi o non siamo certi di aver compreso bene tutto. Prendiamoci il tempo necessario perché…chi firma (in fretta) è perduto!

Una cosa poi deve essere ben chiara: più guadagni, più rischi.

Questo ingrediente troppo spesso non è utilizzato, ma in realtà è indispensabile per ponderare bene i pro e i contro di un’operazione finanziaria. Non lasciamoci ammaliare da promesse di guadagni facili o da tassi d’interesse stratosferici, quando un prodotto promette queste cose sarà anche molto rischioso e potrebbe farci diminuire il capitale investito anziché farcelo accrescere.

Adesso che abbiamo la ricetta, prepariamo il nostro Cocktail di benvenuto… nella finanza.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi