Cava de' Tirreni Cronaca EVIDENZA

Città in lutto per l’ultimo saluto a Nunzia

Nunzia

«Sei andata via senza lasciarci il tempo di dirti quanto sei fantastica. La parola “addio” non ci piace, oggi noi ti diciamo “arrivederci” perché sappiamo che non ci lascerai mai e sarà bellissimo, un giorno, ritrovarci».

Hanno salutato così, i tre piccoli figli di Nunzia, la loro mamma di fronte alla folla di persone commosse che questa mattina ha riempito la navata del Santuario di San Francesco e Sant’Antonio. Ai piccoli il compito di chiudere il rito funebre dopo l’omelia di Monsignor Orazio Soricelli, vescovo dell’arcidiocesi Amalfi-Cava.

Duro il monito che è arrivato dall’altare. «Nel condannare fermamente atti di violenza come questo – ha detto Soricelli – non bisogna mai cadere nella tentazione di ergersi a giudici, ma piuttosto riflettiamo su quanto poteva essere fatto e non è stato fatto per evitare la tragedia, e quanto bisogna fare ancora scongiurare la possibilità che episodi del genere si verifichino ancora. Preghiamo per Nunzia, giovane madre sottratta alla vita troppo presto e in maniera brutale; preghiamo per Salvatore affinché il Signore converta il suo cuore reso orribile dall’insensato gesto compiuto. Lungi da noi coltivare sentimenti di rancore e vendetta, lasciamo che sia la giustizia a fare il suo corso. Preghiamo per i tre piccoli figli di che purtroppo porteranno per tutta la vita il ricordo di queste tragiche circostanze».

Dopo il rito un lungo applauso ha accompagnato la bara di Nunzia fuori dal convento francescano e lungo il corso porticato. Intanto, in occasione della fiaccolata di domani sera (ore 18 in piazza Amabile), organizzata dalle associazioni del territorio con il patrocinio del Comune, anche i commercianti sono stati invitati a spegnere le luci dei negozi ed accendere una candela bianca nelle vetrine.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

laRed TV


ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

G+

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi