Cava de' Tirreni EVIDENZA Salerno

Circolo anziani S. Arcangelo, quanti intoppi per ampliare la sede

Dovranno attendere un iter «lungo e farraginoso» gli anziani del circolo della frazione di Sant’Arcangelo per avere a disposizione i locali necessari per ampliare la sede associativa di via Generale Luigi Parisi.

Cava de’ Tirreni. La richiesta degli iscritti dell’associazione anziani di Sant’Arcangelo per ampliare la sede ha generato una reazione a catena e una serie di controlli sul locale individuato, adiacente a quello utilizzato dal circolo, per il quale non solo è emersa una situazione di occupazione senza titolo da parte di terzi ma anche l’inserimento dello stesso – già previsto nel piano approvato dal Consiglio Comunale all’inizio dello scorso anno – nell’elenco di immobili che l’amministrazione intendere mettere in vendita. Nessun ampliamento, dunque, almeno per il momento, fino a quando non si provvederà alla liberazione del locale e al suo depennamento dall’elenco dei beni da alienare.

Una procedura più facile a dirsi che a farsi e che è all’attenzione dell’assessore con delega alle politiche sociali Autilia Avagliano dopo le raccomandazioni e le sollecitazioni pervenute, già ad ottobre, dal consigliere comunale di minoranza Vincenzo Lamberti.

«Il circolo di Sant’Arcangelo – ha spiegato Vincenzo Lamberti – consiste in una stanzetta di pochi metri quadri, insufficiente a garantire la partecipazione dei numerosi anziani che sono inscritti al centro e che dovrebbero partecipare alle attività di socializzazione. Per questo ho sollecitato più volte l’amministrazione affinché si ottemperi quanto prima alla richiesta di ottenere l’ampliamento della sede con l’assegnazione di un locale adiacente a quello attuale». Richiesta questa che non è rimasta inascoltata, anzi – di fronte alle esigenze manifestate dagli iscritti del centro – l’assessore Avagliano ha avviato tutti gli approfondimenti necessari per valutare la fattibilità dell’intervento.

Peccato però che l’immobile individuato dal centro anziani per consentire l’estensione della sede associativa risulti occupato senza titolo.

Così, come ha fatto sapere l’assessore alle Politiche Sociali, l’amministrazione si è trovata costretta a conseguire in giudizio una sentenza di condanna al rilascio con esecuzione forzata mediante l’ufficiale giudiziario. L’altro nodo da scogliere sarà quello poi di enucleare il locale dalla lista degli immobili da alienare. «Dovremo formalizzare l’indirizzo politico su questa particella – ha spiegato l’assessore Avagliano – poi portala in commissione, tornare in consiglio comunale e estrapolare il locale dal piano delle alienazioni». Insomma, a quanto pare, gli anziani di Sant’Arcangelo dovranno accontentarsi ancora per un bel po’ della sola stanzetta che già hanno a disposizione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi