Dicembre 9, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Ciclismo: l’italiano Filippo Canna stabilisce il nuovo record dell’ora

Dopo quasi due mesi come uno dei suoi ingegneri, l’italiano Filippo Canna ha stabilito un nuovo record dell’ora sabato, coprendo 56,792 chilometri sulla pista del velodromo di Granges, in Svizzera. “È incredibile. È incredibile. Ho raggiunto il mio obiettivo. Sono grato al mio staff ea tutti coloro che hanno contribuito a questo record”, ha dichiarato entusiasta dopo lo sforzo.

sono andato con cautela, Campione del mondo a cronometro doppio 2020 E il 19 agosto 2021, nello stesso velodromo (55,548 chilometri) Ineos-Grenadiers, il britannico Dan Bigham, 31 anni, ha gradualmente aumentato la sua velocità di pedalata per migliorare di oltre un chilometro il punteggio stabilito dal suo ingegnere delle prestazioni. Bigham, un ex corridore su pista, ha tentato il record del mondo per raccogliere dati che potessero aiutare… Khanna nella sua ricerca del record dell’ora.

Stagione deludente finora

Con questa impresa, la 26enne Khanna cancellerà il segno del britannico Chris Boardman (56,375 km) dagli scaffali nel 1996. La distanza è stata abolita dall’Unione ciclistica internazionale dopo una modifica dei regolamenti sull’attrezzatura. Primo italiano a battere il record dell’ora dopo Francesco Moser (1984), Kanna si è affermato come uno dei corridori più impressionanti del gruppo negli ultimi anni.

Oltre ai suoi due volte titoli di campione del mondo Trials nel 2020 e nel 2021, ha vinto quattro medaglie d’oro nell’inseguimento individuale ai Mondiali e un oro olimpico nell’evento nell’inseguimento a squadre ai Giochi di Tokyo 2021.

La sua impresa chiude una stagione deludente finora. Solo settima nell’ultima cronometro ai Mondiali di Wollongong, in Australia, Khanna è stata battuta anche agli Europei e delusa al Tour de France di luglio, finendo 4a dal primo gradino. 5° a Rogamador.

READ  La 64esima Nice Christmas Recotta è stata vinta dalla squadra italiana dopo sette gare

Guarda Saint-Quentin-en-Yvelines per i Mondiali su pista dal 12 al 16 ottobre

Sabato, al Grange’s Velodrome, Khanna ha iniziato con una certa cautela, contando fino a quasi quattro secondi dietro Bigham. Ma l’italiano, perfettamente equipaggiato sulla sua bici, che è stata costruita appositamente per lui dal marchio Pinarello con un telaio stampato in 3D per aumentare l’efficienza aerodinamica, ha gradualmente raggiunto il suo ingegnere per prendere il comando dopo venti minuti.

“L’ingresso difficile è arrivato negli ultimi cinque minuti. Non ho abbastanza energia per fare 57 km. Ma non importa,” sorrise Khanna. Davanti a un pubblico trionfante e chiassoso, l’esile piemontese (1,93 m, 76 kg) ha tagliato il traguardo con le braccia alzate prima di essere abbracciato dai membri della squadra italiana di ciclismo su pista.

Dopo l’estasi della registrazione delle campane, Khanna può provare una nuova felicità Dal 12 al 16 ottobre, a Saint-Quentin-en-Yvelines, vicino a Parigi, sul World Trail.