Agosto 10, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Christian, un attore porno, racconta il dietro le quinte!


Ciao Christian Sinclair, come hai iniziato la tua carriera nel porno?

Un giorno sono andato in un club di scambisti dove ho incontrato una coppia che mi conosceva per tutto questo e mi ha spiegato che avevo le capacità per farlo. Da lì, scherzosamente è andato via e ho iniziato.

Come si diventa un attore X dall’oggi al domani?

Rispondo ai casting. Ma non è facile, le telecamere spesso ci spaventano… più facile a dirsi che a farsi. Ma ho completamente ignorato le telecamere.

In quale categoria partecipi?

Ci sono diversi uomini e spesso sono diversi uomini e una sola donna. Quando sono l’attore protagonista, la telecamera si concentra spesso su di me.

Sul set, come va?

Nella produzione professionale ci sono i cosiddetti “driver”. Sono lì per entusiasmare gli attori, quindi sono pronti a comando per poter girare non appena diciamo l’azione. Conosco persone che prendono pillole blu, gialle o rosse, o anche che si ingannano con certe cose solo per essere in grado di mantenerle. D’altra parte, i piccoli prodotti spesso non hanno molte risorse, quindi vogliono direttamente persone che si esibiscano, che abbiano resistenza.

Quanto tempo impiega la fotografia?

Di solito e legalmente, dura dalle quattro alle sette ore di riprese. Sono stati realizzati in diverse scene e talvolta in due giorni. Quando arriviamo, l’attrice ce lo mostra nella foto. La sensazione si verifica quando catturiamo le scene. Tra gli hobbisti, non ci sono necessariamente storie. Abbiamo permesso agli attori di girare una certa improvvisazione con una vena di comportamento. Sembra proprio come nel cinema classico, a volte esagerato. Ad esempio, doppiare le voci delle donne nei film professionali non è generalmente la vera voce delle donne.

Pensi che questo sia un vero lavoro?

È come se stessimo lavorando come un attore classico, ma possiamo divertirci quando succede. Ma siamo lì per concentrarci sul palco e fornire uno spettacolo interessante per il pubblico. Ci lasciamo andare ma l’obiettivo in mente è quello di realizzare la scena che ci viene chiesto di fare. C’è più piacere, ma non ce ne priveremo.

READ  Ecco cosa nasconde davvero l'assenza di George Allen dallo spettacolo dell'anniversario...