Campania Cava de' Tirreni EVIDENZA Politica Salerno

Cava de’ Tirreni: nuova Giunta? Armando Lamberti: “No grazie”

giunta

Rimarrà di certo deluso chi si aspettava un nuovo corso o grossi stravolgimenti all’interno della Giunta Servalli. Volti nuovi nella Giunta? Armando Lamberti: “No grazie”

Dopo essersi rincorse per giorni le ipotesi su quello che avrebbe potuto essere il nuovo assetto dell’esecutivo cittadino nella Giunta bis di Servalli, alla vigilia dell’ufficialità, sembra non ci sia da aspettarsi grandi novità. Il terremoto giudiziario partito dall’inchiesta della Direzione Distrettuale Antimafia che ha sfiorato Palazzo di Città sembra quindi che avrà poche conseguenze in termini politici, ad eccezione dell’ex vicesindaco Enrico Polichetti finito al centro della bufera per il presunto coinvolgimento, ancora tutto da accertare, nelle indagini condotte della DDA.

Le deleghe

A Nunzio Senatore, quindi, l’ambiente, le opere pubbliche e la manutenzione; a Giovanni Del Vecchio la sicurezza, la videosorveglianza e la viabilità; ad Adolfo Salsano bilancio e finanze; a Giovanna Minieri l’urbanistica e il governo del territorio; a Raffaelina Trapanse la pubblica istruzione e i trasporti e a Barbara Mauro le attività produttive. Nessun destinatario, invece, sembra per le deleghe che erano di Polichetti (verde pubblico, sport, eventi e manifestazioni) che resterebbero in mano al Sindaco. Resta poi da capire a chi verrà affidato il ruolo di vicesindaco e nel toto nomi finiscono Nunzio Senatore e Adolfo Salsano.

Lamberti in giunta? Solo se cambia l’esecutivo

Questo in sintesi il ragionamento avanzato dal consigliere comunale della civica “Cava ci appartiene” che non nega la necessità di adottare un metodo rigoroso.

“Non faccio valutazioni di carattere giuridico, le mie sono valutazioni di carattere politico – ci ha spiegato Armando Lamberti – Si è chiusa una fase politica che ha rasentato la sufficienza. La città ha bisogno di un salto di qualità che potrà verificarsi solo cambiando una parte della giunta, almeno tre o quattro assessori, con tecnici esterni”.

Per il consigliere comunale si tratta di una misura necessaria che però non troverebbe riscontro a Palazzo di Città.

Infatti, a detta di Lamberti, il Sindaco avrebbe fatto intendere una volontà diversa che coinciderebbe con la necessità di riconfermare gli assessori uscenti, tranne l’ex vicesindaco Enrico Polichetti “onde evitare che il tutto verrebbe letto come una valutazione di responsabilità”, ha precisato il professore universitario.

Intanto Lamberti guarda al futuro: “Le mie prospettive vanno oltre il 2020”. Una visione diversa da quella del Sindaco Servalli che vorrebbe accogliere all’interno dell’esecutivo, a quanto pare, il solo Armando Lamberti.

“Questo non serve – ha commentato il diretto interessato – Anche nella logica dell’azzeramento, la città cosa recepirebbe con la riconferma degli uscenti?”.

Segue, da parte di Lamberti, un messaggio chiaro, rivolto proprio al Primo Cittadino: ” Ritengo che Servalli debba avere il coraggio di dire la verità: il gradimento di questa amministrazione è molto basso. Eppure già da tempo pensava ad un rimpasto”.

Insomma, le possibilità di vedere Lamberti in giunta si assottigliano, infatti è lo stesso consigliere della civica “Cava ci Appartiene” a chiarire: “Se il sindaco resta sulla sua posizione io non posso far altro che ringraziare ma declinare l’invito – ha concluso Lamberti – Mi auguro che la mia tesi venga accolta e che possa dare un nuovo slancio. La città attende il salto di qualità”.

laRed TV





Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi