Cava de' Tirreni

Cava, il primo piano del Social Tennis Club torna nelle proprietà del Comune

Social Tennis Club

Il primo piano del Social Tennis Club torna nelle proprietà del Comune. L’Amministrazione pronta a dare i locali in concessione. Nel frattempo continua il confronto con la storica associazione per recuperare i crediti vantati da Palazzo di Città

Cava de’ Tirreni. Il primo piano dell’immobile di via Marcello Garzia, comunicante direttamente con Palazzo di Città, consiste in un locale suddiviso internamente in cinque ambienti e due terrazzi per una superficie omogenea totale di ben 411 metri quadrati che saranno dati in concessione per un canone mensile che supera i 2 mila euro (2.383 euro la cifra esatta). La procedura di concessione, a evidenza pubblica, sarà espletata il prossimo 12 luglio. La concessione sarà disposta per una durata di almeno sei anni e all’associazione aggiudicataria sarà permesso di effettuare una serie di lavori di manutenzione necessari alla fruibilità dei locali. In particolare il primo piano dell’immobile necessita di adeguamenti degli impianti elettrici e idrici, rifacimento ex novo dell’impianto di climatizzazione e di rifacimento degli infissi e della tinteggiatura. Successivamente all’aggiudicazione definitiva, e prima della sottoscrizione dell’atto di concessione, l’associazione aggiudicataria dovrà presentare al Servizio Patrimonio il computo metrico dei lavori che intende eseguire. Sarà poi il servizio Patrimonio, effettuate le opportune verifiche, laddove ricorrano tutti i presupposti, ad emettere autorizzazione all’effettuazione dei lavori, nonché allo scomputo dell’importo ritenuto congruo dall’Ente, dal canone concessorio. Intanto continua il confronto tra l’Amministrazione cavese e i vertici del Social Tennis Club per arrivare a una soluzione bonaria del contenzioso in corso per quanto riguarda i debiti dell’associazione nei confronti dell’Ente relativi a una serie di canoni di fitto non pervenuti per una somma totale che si aggirava intorno a 500 mila euro. L’associazione, nei mesi scorsi, è riuscita a ridurre l’importo debitorio corrispondendo al Comune una somma di 40 mila euro e restituendo nelle disponibilità dell’Ente il primo piano dell’immobile di via Garzia (conservando il campo da Tennis e un altro piano della struttura). In questi giorni, però, si è a lavoro per portare a termine una transazione tale da poter mettere d’accordo entrambe le parti con il doppio obiettivo di salvaguardare gli importi debitori vantati da Palazzo di Città nei confronti dell’associazione, da un lato, e dall’altro evitare rotture che vadano a inficiare la storicità di cui gode il Social Tennis Club, tra le associazioni più note e rinomate del panorama cittadino.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

laRed TV


ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

G+

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi