Cava de' Tirreni EVIDENZA Politica

Cava, riapre via Di Domenico, Fratelli d’Italia: “Dopo un anno di disagi cosa c’è da festeggiare?”

riapre
Sp 38 - via Pasquale Di Domenico

Riapre via Pasquale Di Domenico, Fratelli d’Italia: “Dopo un anno di disagi cosa c’è da festeggiare?”. Servalli: “Motivo di gioia che vogliamo condividere con la comunità di Sant’Anna”

Cava de’ Tirreni. Riapertura tra le polemiche quella di via Pasquale di Domenico nella frazione di Sant’Anna. A un anno e mezzo dal fenomeno franoso che aveva tagliato la località in due e dopo otto mesi di lavori costati alla Provincia circa 350 mila euro, la riapertura del tratto sarà inaugurata oggi alle 11 con festeggiamenti in grande stile, già anticipati dall’amministrazione comunale ma che, inevitabilmente, hanno trascinato dietro una sfilza di polemiche.
«Non si tratta di un’opera nuova, ma dell’ultimazione di lavori che dovevano essere fatti da tempo – hanno lamentato le opposizioni –. Inutile quindi un’inaugurazione in pompa magna, è evidente che il sindaco Servalli è già in campagna elettorale».
All’annuncio, infatti, che per la riapertura della strada è stato organizzato un vero e proprio evento, con tanto di partecipazione dei vertici provinciali, si è sollevato un polverone tale che – si vocifera – in molti starebbero pensando di disertare l’appuntamento. Per il momento, però, pare che a mancare sarà proprio il presidente della Provincia, Giuseppe Canfora, per una sopraggiunta influenza; sulla possibilità, invece, che siano i cittadini di Sant’Anna a non presenziare ha fatto chiarezza il consigliere d’opposizione dei “Responsabili per Cava”, Vincenzo Lamberti, in qualità di referente di zona.
«Circola voce – ha chiarito Lamberti – che abbia sollecitato i cittadini a non partecipare. Assolutamente non è vero, ognuno si senta libero di partecipare o meno. Io, personalmente, per impegni già pregressi non posso prendervi parte ma di questo ho già avvisato il sindaco».
Più duro, invece, l’affondo che arriva dal capogruppo di Fratelli d’Italia, Clelia Ferrara. «Sembra quasi una presa in giro per la popolazione di Sant’Anna – ha detto Clelia Ferrara – dopo oltre un anno di disagi e danni arrecati alla frazione cosa c’è da festeggiare? È un’evidente speculazione politica in vista delle amministrative 2020. Piuttosto si pensi a risolvere il blocco cantieri all’altro accesso di Sant’Anna, in via Pasquale Santoriello. Lavori avviati con la presidenza Cirielli e fermi da quando alla Provincia c’è Canfora».
Dal canto suo, Servalli, non si è trattenuto dal difendersi dalle polemiche. «Sfugge ai più che la strada è franata per l’incuria di anni in cui si poteva intervenire, quando magari la Provincia aveva ancora disponibilità di fondi – ha commentato il sindaco – Invece è capitato quando le province sono praticamente senza un soldo. Essere riusciti a concludere l’opera, dunque, è sicuramente motivo di gioia che vogliamo condividere con la comunità di Sant’Anna».

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

laRed TV


ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

news-repubblic

G+

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi