Campania Cava de' Tirreni Salerno

Cava, l’odissea della SP 360. La Provincia spiega i ritardi

Cirielli, Iannone e quindi Canfora e Strianese. Dopo quattro presidenti di Provincia la variante della SP 360 sta giungendo alla fine

Aggiudicati nel novembre 2013 e consegnati con riserva di legge ad inizio 2014, cominciarono così i lavori di messa in sicurezza della variante alla SP 360, via Vitale a Cava de’ Tirreni. I lavori sono stati sospesi per vari inconvenienti: tecnici, amministrativi e contabili. E non solo. Altro problema erano le interferenze della linea Enel di MT il cui spostamento era vincolato alla presa in carico, in proprietà, da parte di Enel della cabina di trasformazione appositamente prevista nell’ambito dei lavori.

La presa in carico, spiegano da Palazzo Sant’Agostino, poteva essere attuata solo a conclusione delle procedure espropriative eaccatastamento della cabina stessa effettivamente definite il 20 febbraio 2018.

 “Il 7settembre 2018 veniva sottoscritto tra la Provincia di Salerno e l’Enel un apposito contratto di concessione in uso a titolo gratuito della cabina – spiega Strianese, presidente della Provincia di Salerno – solo successivamente l’Enel si è attivata per completare i lavori di competenza”.

“Da parte mia e del Consigliere provinciale Vincenzo Servalli, delegato ai lavori pubblici, nonché Sindaco di Cava de’ Tirreni – conclude Michele Strianese – c’è il preciso impegno di portarequesto intervento a compimento nel giro di poche settimane”.

Tags

laRed TV





Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi