fbpx
Cava de' Tirreni Cronaca EVIDENZA video

Dalla parte delle donne, nel nome di Nunzia, associazioni all’opera

E’ una rivoluione culturale quella da mettere in atto, il valore della donna ribadito ogni giorno per sfuggire ai retaggi di vecchi stereotipi.

Le associazioni del territorio a lavoro ogni giorno per dare voce alle donne

Ieri Cava de’ Tirreni ha ricordato Nunzia Maiorano, a un anno del barbaro omicidio. Le associazioni del territorio, Frida, Resilienza, Se non Ora quando?, Fuori Tempo – Teatro Luca Barba insieme, con il Patrocinio del Comune di Cava, per rendere omaggio non solo alla vittima di femminicidio, ma alla donna strappata alla sua vita, ai suoi cari nel fiore degli anni, raccontata negli aneddoti, nei sorrisi, nel rimpianto di chi l’ha conosciuta e vuole tenerne vivo il ricordo.

E non importa quante persone hanno partecipato alla cerimonia di ieri a Palazzo di Città, quante alla fiaccolata e alla Santa Messa celebrata per Nunzia. Le polemiche fanno perdere di vista le cose importanti. Chi c’era ha voluto celebrarla, tra racconti, silenzio e commozione. Per ricordare Nunzia, ma anche perchè non accada mai più.

Perchè se un messaggio è risuonato ieri sera è quello che le associazioni ci sono, la possibilità di aiuto esiste, è concreta.

Anche Gianni, il fratello di Nunzia, ha voluto confidarlo: “Il mio rammarico è non essermi rivolto a chi forse poteva aiutare mia sorella. Ora ho conosciuto le associaizoni che operano sul territorio e dico a tutte le donne di non nascondersi e di farsi aiutare”.

laRed TV

ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi