fbpx
Campania

Cava, Metropark, progetto approvato. La gestione alla Metellia

Metropark

Dopo una trattativa dilungatasi per più di tre anni, l’area Metropark adiacente alla stazione ferroviaria potrà finalmente essere ridestinata per diventare un terminal bus con interscambio mezzi pubblici.

Il progetto tecnico economico è stato approvato e dell’effettuazione dei lavori e della successiva gestione della struttura si occuperà Metellia Servizi, la società in house del Comune che già si occupa dei parcheggi e del servizio di raccolta rifiuti. Un mega piano di riqualificazione la cui cifra iniziale si aggirava inizialmente intorno ai 300 mila euro, poi ridotta successivamente a 174 mila e che dovrebbe vedere l’avvio dei cantieri finalmente questa estate.

Tutto inizia nel 2016

Era il febbraio del 2016 quando l’amministrazione comunale manifestava per la prima volta, in un atto pubblico, il proprio interesse ad acquisire l’area in questione dal soggetto proprietario (Metropark SpA e Sistemi Urbani Srl del gruppo Ferrovie dello Stato) per affidarla alla gestione di Metellia. Le trattative poi si sono protratte nel tempo e hanno riguardato in particolare lo stanziamento dei fondi necessari alla riqualificazione dell’area.

L’accordo iniziale, infatti, prevedeva che Metellia e Sistemi Urbani si rendevano entrambe disponibili ad eseguire i lavori di sistemazione dell’area assumendosene i relativi oneri. Nell’agosto dello scorso anno fu stipulato il protocollo con tanto di bozza di progetto per l’importo complessivo di 328 mila euro. Solo a gennaio scorso, però, la società del gruppo Ferrovie dello Stato si è tirata indietro manifestando la propria non disponibilità ad eseguire i lavori di propria competenza.

A Metellia, dunque, il compito di avviare i lavori per la cifra totale di 175 mila.

Il progetto, così ridimensionato, prevede ora che l’attuale area “Metropark” di circa 6 mila metri quadrati, adiacente alla stazione ferroviaria e oggi utilizzata come parcheggio, venga divisa in due aree distinte, la prima più a sud adibita alla sosta a pagamento delle auto (con una superficie di circa 3500 metri quadri) mentre la seconda più a nord sarà destinata allo stazionamento di bus di linea, con una superficie di 2500 metri quadri.
Saranno inoltre realizzati degli spazi adeguati alla futura destinazione d’uso dell’area con il rifacimento dell’intera pavimentazione carrabile e il ricollocamento funzionale dei pali di illuminazione esistenti nell’area adibita a Terminal Bus.

Per l’area destinata a parcheggio delle auto, si prevede – da progetto – la riconfigurazione dei posti auto che individua 84 stalli di sosta più due riservati alle persone con disabilità.

Per l’area adibita al parcheggio dei bus, il progetto prevede lo spostamento dei pali dell’illuminazione, il rifacimento della pavimentazione e l’implementazione del nuovo impianto di illuminazione con l’individuazione di undici posti per bus urbani e tre posti per bus extraurbani, e l’edificazione di un locale prefabbricato quale locale servizi per gli operatori. Sarà poi allargato l’attuale varco d’accesso all’area con la realizzazione di due banchine e l’installazione di barriere automatiche elettromeccaniche.

«Dopo una lunga gestazione – ha spiegato l’assessore ai trasporti, Antonella Garofalo – possiamo finalmente parlare di un progetto esecutivo. Abbiamo avuto l’ok da Ferrovie dello Stato all’inizio dei lavori. Al netto di imprevisti e intoppi burocratici, quindi, per l’estate dovrebbe essere tutto pronto. Ovviamente qualora tale condizione non si verificasse – ha precisato la Garofalo – troveremo una soluzione che sia di minor disagio possibile per i cittadini».

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi