fbpx
Cava de' Tirreni EVIDENZA

Cava, lavoratori APU da 4 mesi senza stipendio. Galdi: “Il Comune anticipi gli stipendi”

Da quattro mesi senza stipendio i lavoratori del programma APU (Attività Pubblica Utilità, finanziato dalla Regione Campania per sostenere chi ha perso la propria occupazione originaria) chiedono lumi: “L’amministrazione si interessi alla nostra situazione, solleciti la Regione oppure anticipi gli stipendi”.

La questione, passata in sordina fino a qualche tempo fa, si è fatta più pressante alla luce dell’ingente ammontare delle paghe arretrate tanto da spingere anche il consiglio comunale a far pressione sull’amministrazione affinché si riesca a risolvere il problema.
Sono, infatti, almeno ottanta i lavoratori del programma APU in attesa di stipendio. Per cinquanta di loro – impiegati presso gli uffici comunali – l’amministrazione è riuscita ad anticipare due mensilità per un totale di circa 60 mila euro; diverso il discorso, invece, per i restanti trenta che – operativi presso le scuole del territorio cittadino dallo scorso primo agosto – non hanno visto ad oggi nessuna remunerazione per il lavoro svolto. Un problema che è stato portato all’attenzione dell’amministrazione Servalli dall’ex sindaco Marco Galdi e sul quale sono al lavoro anche gli attivisti del gruppo “Cavesi 5 Stelle” che nei giorni scorsi hanno ascoltato rimostranze e perplessità di alcuni rappresentanti dei lavoratori in questione.

“Ormai manca poco più di un mese a Natale – ha spiegato Galdi –, ma questi nostri concittadini, (coinvolti giustamente dalla Regione in progetti di integrazione occupazionale perché hanno perso il lavoro in età avanzata e hanno famiglia e figli a carico) non sono stati ancora retribuiti. Almeno per quanto riguarda quelli impiegati presso le istituzioni scolastiche; a quelli impiegati presso gli uffici sono stati invece anticipati dal Comune due stipendi. Ho chiesto quindi che l’amministrazione si faccia carico di un’ulteriore anticipazione con fondi comunali, almeno di una parte consistente degli stipendi maturati e in ogni caso di sollecitare la Regione affinchè questi fondi già destinati siano al più presto trasferiti al comune”.

Un impegno che l’amministrazione sta assumendo almeno in parte: fonti interne a Palazzo di Città fanno sapere infatti che dagli uffici comunali sono già partiti diversi solleciti a Palazzo Santa Lucia, senza però alcun riscontro. Più complesso, invece, prevedere una nuova anticipazione considerate le condizioni in cui versano le casse del Comune. Stando a quanto fatto sapere dall’assessore al bilancio Adolfo Salsano un’anticipazione non è immaginabile prima del prossimo gennaio.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

laRed TV

ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

G+

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi