Cava de' Tirreni EVIDENZA Politica

Cava, la Città rende omaggio a Guerino Amato e Enrico Lamberti

Cava. Sarà intitolato a Guerino Amato il sottovia veicolare del trincerone Ferroviario, mentre l’area parcheggio di via Antonio Adinolfi a Enrico Lamberti.

A stabilirlo è stata l’amministrazione con una delibera di giunta sottoscritta lo scorso 24 ottobre.

«Guerino Amato, nato a Passiano nel 1926 e morto nel 2009, ha lasciato il segno nella storia della città e del territorio soprattutto per la sua attività di imprenditore, premessa essenziale per tutte le altre iniziative di grande rilievo che lo hanno visto protagonista – si legge tra le motivazioni che hanno portato alla decisione di intitolare ad Amato il sottovia – Le risorse economiche accumulate con lavori di grande qualità e prestigio gli permisero di dedicarsi anche ad attività collaterali. Tra tutte spicca la presidenza della Procavese, poi divenuta SS Cavese Calcio. Ancora oggi è ricordato come l’uomo che fece grande la Cavese, in quegli anni ’80 che videro l’ascesa dalla serie D alla serie B nazionale, la storica “Real vittoria” contro il Milan con il team guidato da Rino Santin, le sfide contro la Lazio (mai una sconfitta contro due storiche grandi del calcio nostrano), il traguardo della seria A sfiorato. Amato riuscì nell’impresa grazie ad una dirigenza capace, professionale, ad un’organizzazione efficiente e progettuale, ad una passione che triplicava le forze e i risultati».

Contestualmente, nell’ambito della stessa deliberazione, è stato disposto anche l’intitolazione a Enrico Lamberti l’area parcheggio di via Antonio Adinolfi alla frazione Santa Lucia. Lamberti, risultato disperso nel 1940 sul fronte Greco-Albanese, era soldato del 32° Reggimento Fanteria 12° Compagnia 3à Battaglione Divisione Siena. Durante la seconda guerra mondiale partecipò a diversi cicli operativi. Dall’esame del diario storico dell’Unità è emerso che nel 1940 era dislocato nella zona Pigeresi del fonte Greco-Albanese e che, secondo la testimonianza di un commilitone, aveva subito un attacco dal quale ne uscì ferito e prigioniero. Era il dicembre del 1940 e da all’ora non si sono più avute notizie di Lamberti.

laRed TV





Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi