Campania Cava de' Tirreni Cronaca

Cava: frazione Annunziata, cede l’intonaco da un edificio abbandonato

controlli

Cava de’ Tirreni. Cede l’intonaco da un edificio abbandonato di via Francesco Ferrara

Dopo diverse e ripetute segnalazione da parte degli abitanti della nota frazione, il Comune corre ai ripari a tutela della pubblica e privata incolumità e ordina la messa in sicurezza urgente. Con apposita ordinanza, infatti, il sindaco Vincenzo Servalli ha disposto che la proprietà dell’immobile – a cui si è risalito tramite visura presso l’Agenzia del Territorio – provveda in tempi celeri a mettere in sicurezza la struttura considerata anche la presenza di amianto e, a lavori effettuati, notifichi a Palazzo di Città l’ultimazione dell’intervento richiesto.

Il provvedimento si è reso necessario alla luce di una serie di segnalazioni pervenute dai residenti della zona e a seguito di opportuno sopralluogo da parte degli uffici tecnici.

«Dal sopralluogo – si legge nella relazione tecnica a firma del funzionario in posizione organizzativa, l’ingegnere Gianluigi Accarino – si è constatato che porzione dell’immobile in oggetto, la zona in angolo sud-ovest, disabitato e in non buono stato di conservazione, prospetta direttamente su via pubblica e presenta intonaci della facciata in parte già distaccati in epoca non recente, con particolare riferimento alle finestre e alle aperture. Presenta inoltre un pezzo di canna fumaria in amianto, penzolante dalla copertura anche se appare agganciata a una retrostante tubazione. Lo stato di conservazione degli intonaci della porzione d’immobile interessata è tale che può costituire pericolo per la pubblica e privata incolumità».

Considerata l’ubicazione dell’immobile prospettante direttamente su pubbliche strade con passaggio di pedoni e veicoli, si è reso dunque necessario inoltrare la relazione al primo cittadino che, con apposita ordinanza indirizzata ai proprietari dell’immobile ha disposto che gli stessi si interessino della messa in sicurezza, a proprie spese, della struttura.

«La proprietà è tenuta alla nomina di un tecnico iscritto all’albo professionale – viene riportato nel documento sottoscritto dal sindaco Servalli nella giornata di ieri e recapitato all’attenzione dei proprietari della struttura di via Ferrara – che, senza oneri a carico del Comune e quindi a spese dei proprietari, provveda all’individuazione di tutti gli interventi necessari alle eliminazione del pericolo per la pubblica e privata incolumità derivante dagli intonaci ammalorati dell’immobile e da ogni elemento della facciata, compresi gli elementi in amianto, e a fine intervento ne certifichi la messa in sicurezza, precisando che gli elementi in amianto dovranno essere rimossi e smaltiti secondo le norme vigenti con ditta specializzata e previa autorizzazione dell’ASL».

Non ottemperando all’ordinanza, si legge poi in calce al provvedimento, si darà avviso alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Nocera Inferiore per la trasmissione della notizia di reato all’Autorità Giudiziaria.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi