Campania Cava de' Tirreni Cronaca EVIDENZA Politica Salerno

Cava de’ Tirreni. Torri faro al “Lamberti”, il 4 maggio riprendono i lavori

Torri faro al "Simonetta Lamberti", dal 4 maggio ripartono i cantieri

L’Amministrazione Comunale in accordo con la Prefettura ha dato l’ok alla ripresa dei lavori e dal prossimo 4 maggio.

Saranno di nuovo operativi i cantieri per la realizzazione degli interventi complementari di adeguamento dell’impianto sportivo metelliano ai criteri infrastrutturali previsti dalla Lega Pro in attesa che possa riprendere il campionato della Cavese Calcio 1919.

Dopo che nelle settimane antecedenti all’emergenza Covid19 l’amministrazione aveva provveduto a mettere in ordine le ultime scartoffie burocratiche (affidamento dei lavori e apertura dei cantieri) per spianare la strada a quello che sarà il rush finale per l’adeguamento della “casa” della Cavese – costretta quest’anno a giocare le proprie gare casalinghe di serie C a Castellammare di Stabia – ora i lavori potranno riperdere.
Ad annunciarlo è stato l’assessore alla manutenzione e ai lavori pubblici, Nunzio Senatore, a margine dell’approvazione del nuovo piano triennale delle opere pubbliche 2020-2022 e del redatto schema per quanto riguarda l’annualità in corso.

Prima del blocco delle attività si era già provveduto a portare a termine la questione sediolini. La ditta incaricata dell’installazione si era già portata avanti con i lavori usufruendo di un campione della seduta. Al netto di ulteriori complicazioni, ora, bisognerà aspettare almeno un mese per vedere innalzata la prima delle torri faro. Gli operai hanno provveduto alla realizzazione degli scavi nei quattro punti dove dovranno essere montate le torri che sosterranno i nuovi impianti di illuminazione, in corrispondenza del prolungamento delle diagonali del rettangolo di gioco.

A cantieri ripresi si provvederà alla ultimazione della disposizione di quelle che saranno le fondamenta delle quattro strutture, con le colate di cemento il cui tempo di attesa per la solidificazione è di circa un mese. Il tutto per un importo totale di circa un milione di euro che l’amministrazione ha reperito mettendo insieme fondi comunali, finanziamenti regionali e la richiesta di un prestito integrativo accendendo un mutuo con il Credito Sportivo di circa 540 mila euro.

Ripresa prevista anche per i cantieri di Piazza Bassi, Piazza Parisi e la scuola di Passiano

Nel frattempo sono anche altri i cantieri che ripartiranno. «Abbiamo parecchie altre attività in cantiere – ha fatto sapere l’assessore Nunzio Senatore –. L’obiettivo è continuare a effettuare i lavori che stiamo portando avanti da cinque anni. Con la Fase 2 del piano di contenimento del contagio da Covid-19 e la ripresa di alcune attività, contiamo di far ripartire lavori importanti anche a Piazza Bassi, Piazza Parisi e alla scuola di Passiano, ma anche di iniziare i lavori relativi ai garage di via Formosa, portare a termine alcune gare d’appalto per via Troisi, via Cinque e per il Palaeventi. Tra le altre attività anche il progetto “Contratto di quartiere” di Pregiato che ha visto l’amministrazione e i consiglieri incontrare gli esponenti della frazione per concludere questo programma di riqualificazione della frazione, atteso da anni».

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi