Campania Cava de' Tirreni Cronaca EVIDENZA Lavoro video

Cava de’ Tirreni: lavoratori socialmente utili fermi al palo. In attesa da maggio

In Piazza Abbro anche la protesta dei lavoratori socialmente utili

Cava de’ Tirreni. Questa mattina in Piazza Abbro, alla protesta dei commercianti e dei ristoratori metelliani preoccupati per le restrizioni disposte dal Governo e dalla nuova ordinanza della Regione, si è affiancato il sit in dei 38 ex lavoratori Apu che attendono da maggio di essere impiegati in attività socialmente utili (manutenzione, verde pubblico, scuole).

Per loro, il Comune lo scorso maggio aveva disposto la proroga dei progetti di attività socialmente utili per due 2 mesi, ma non sono stati mai avviati.

“Dal Comune ci hanno più volte detto che l’avvio delle attività è stato causato dall’emergenza Covid-19 – spiega ai nostri microfoni Lisa Venditti della Federazione del Sociale – USB Napoli/Campania – Eppure è proprio in questo momento che il Comune avrebbe bisogno di più personale, soprattutto per la manutenzione e le scuole. Il vice sindaco, Nunzio Senatore ci ha assicurato che entro il 1 novembre ci darà maggiori indicazioni, ma temiamo ulteriori lungaggini”.

Leggi anche: Cava de’ Tirreni: attività socialmente utili, impiegati 38 lavoratori ex Apu per 2 mesi

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi