Ambiente Cava de' Tirreni EVIDENZA video

Cava de’ Tirreni: dal sacchetto all’amianto

Cava de’ Tirreni: Dal sacchetto selvaggio all’amianto. Una città per due volti totalmente diversi. Questo lo specchio offerto da Cava de’ Tirreni che, riguardo all’igiene e soprattutto all’abbandono di rifiuti, se si presenta quasi impeccabile, almeno nelle zone più vicine al centro, mostra tutt’altro nelle periferie.via g del rosso Sacchetti abbandonati, cumuli di rifiuti e cosa ancor più grave lastre e tubi di amianto abbandonati per le strade. In particolare il nostro “tour rifiuti” parte dalla frazione di Pregiato, precisamente da via Eduardo De Filippis, ove è facile trovare, nei pressi degli appositi contenitori per la frazione umida, diversi materiali abbandonati, ovvero carta e sacchi contenenti ogni cosa. A circa cinque minuti di distanza, in via Luigi Ferrara, il carico aumenta ed è diverso. Infatti ecco apparire, proprio di fronte allo stadio Desiderio, due paraurti e vari rifiuti lasciati a se stessi.via ferrara Non manca la presenza di “spazzatura” in via Giuseppe del Rosso, nella zona ove prima si teneva il famoso mercato del mercoledì. Carta, plastica, frazione indifferenziata e chi più ne ha più ne metta. Una situazione aggravata da qualche amico a quattro zampe che, nel tentativo di far merenda, ha trascinato il contenuto dei sacchetti per l’intera carreggiata. Da qui alla località Novelluzza, dove qualcuno ha ben pensato di separarsi dal proprio materasso, lasciandolo all’incrocio con Via San Martino, più nota come SP 178.novelluzza Proprio quest’ultima riserva notevoli sorprese, a partire dalla vegetazione che ha ormai invaso parte della corsia, su una strada, tra l’altro, molto sensibile ad incidenti. Sullo stesso tratto, dopo l’incrocio con via Santa Maria del Rovo, ecco che appare l’impensabile: due tubi di eternit poggiati sul ciglio della via che riversa in direzione Passiano. Non finisce qui, anzi, lo spettacolo proposto in un’altra strada, via Sante Di Marino, è realmente increscioso: ben tre lastre di amianto si trovano appoggiate al muro, da corredo un passeggino ed una moltitudine di sacchetti contenenti rifiuti di qualsiasi genere. Insomma, nonostante l’inasprimento delle sanzioni, la dovuta sensibilizzazione, a quanto pare il risultato non cambia.via sante di marin Infatti sono ormai mesi che, previa segnalazioni pervenute da diversi cittadini, i vari media denunciano lo stato di degrado presente in Città, ma la soluzione sembra ancora lontana. Se a tutto ciò aggiungiamo, in relazione all’abbandono indiscriminato di eternit, che Cava de’ Tirreni appare tra le prime città, in regione Campania, con un alto tasso di mortalità per malattie oncologiche, allora non resta che riflettere.amianto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi