Campania Cava de' Tirreni Cronaca EVIDENZA Salerno

Cava de’ Tirreni. Atti vandalici e polemiche, lo Show Acquatico nel mirino

Atti vandalici e messaggi minatori a opera di ignoti e segnalazioni da parte delle associazioni animaliste. Comincia sotto auspici non proprio favorevoli lo spettacolo itinerante di animali acquatici che, a partire da sabato sera, ha fatto tappa in città nell’area allestita in via Gramsci.

Nei giorni scorsi, infatti, non sono mancate le polemiche da parte delle associazioni che si battono per la tutela e contro il maltrattamento degli animali, mentre – dal canto suo – l’organizzazione dello spettacolo ha fatto sapere di un atto vandalico ai danni delle gabbie con tanto di messaggio minatorio.

L’episodio, stando a quanto denunciato dal titolare responsabile della mostra itinerante “Safari Squalo Show” Roldano Biasini, si è verificato nella notte del 30 novembre scorso. Ignoti sono entrati all’interno del camper parcheggiato nell’area autorizzata e che ospita gli animali, aprendo e danneggiando le gabbie, lasciando poi un manifesto attaccato sulla carrozzeria. «Contro ogni allevamento, contro ogni schiavitù», il messaggio che i vandali hanno voluto recapitare all’attenzione della ditta. Il titolare, di conseguenza, ha sporto regolare denuncia rivolgendosi alla locale tenenza dei Carabinieri. Gli accertamenti degli organi preposti, seguiti alla denuncia, hanno comunque garantito il buono stato di salute degli animali che non hanno subito nessun maltrattamento e le cui teche risultano essere in condizioni igieniche idonee, pulite e senza cattivi odori.

Le rassicurazioni, tuttavia, non sono bastate agli animalisti dell’associazione “Veg in Campania” che, tramite una nota stampa, hanno espresso il loro pieno disappunto per lo spettacolo autorizzato dal Comune e sollecitato l’amministrazione a vigilare affinché venga rispettato il regolamento per la tutela ed il benessere degli animali.

«Quello a cui si assisterà – si legge nella nota – è uno ‘spettacolo’ di una natura calpestata, offesa e privata della sua dignità. Nonostante la strenua difesa di organizzatori ed appassionati del settore, chi contesta queste manifestazioni le paragona ad un mercato di schiavi presentato invece come evento per famiglie. Ci sono parametri ben precisi da rispettare in queste occasioni per garantire il benessere degli animali – continua la nota – ma puntualmente, in queste fiere, non vengono mai rispettati. L’appello al sindaco Vincenzo Servalli, dunque, è di effettuare rigidi controlli, ma soprattutto di seguire l’unica direzione in sintonia con una società che si autodefinisce civile, ovvero di non concedere più l’autorizzazione a questo genere di eventi, che nulla hanno di culturale e sono invece manifestazione di sopraffazione dell’uomo sulle altre specie. Invitiamo, infine, i cittadini cavesi a voler imparare a conoscere il mondo di questi splendidi animali in modi che non implichino, come questa mostra, la loro detenzione in cattività».

Scopri l'Autore

Giuseppe Ferrara

Giuseppe Ferrara

Aggiungi un commento

Cosa aspetti? Dicci la tua!

Rispondi

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi