Campania Cava de' Tirreni

Cava de’ Tirreni. Alberi a rischio, dal Comune scattano nuovi accertamenti

Controlli su alberature pericolose che ricadono in terreni e proprietà private.

Cava de’ Tirreni. Alberature pericolose per la pubblica incolumità: all’esito delle ultime perizie in merito all’incidente che lo scorso febbraio è costato la vita al dottor Gioacchino Mollo per la caduta di un pino della villa comunale “Falcone e Borsellino”, dal Comune scattano nuovi controlli e accertamenti.

Dopo la disposizione dell’abbattimento di almeno 42 alberi – appartenenti al patrimonio arboreo comunale – risultati pericolosi su un totale di circa 230 esemplari censiti, tocca ora agli accertamenti da condurre sulle alberature che ricadono in terreni e proprietà private.

Nel mirino, in particolare, la vegetazione incolta riscontrata in località Corpo di Cava (che arriva ad invadere la carreggiata) e un pino marittimo nell’area di competenza dell’Istituto Autonomo Case Popolari della frazione Santa Maria del Rovo, la cui altezza, ormai, ha raggiunta il quarto piano delle abitazioni.

Le segnalazioni

Situazioni, queste, evidenziate dal consigliere del gruppo “La Fratellanza”, Luigi Petrone, e che – fanno sapere da Palazzo di Città – saranno inserite nell’ambito dei controlli che sono in corso sulle alberature private per scongiurare qualsiasi rischio per la pubblica incolumità.

Nel corso degli ultimi mesi, infatti, sono state almeno quaranta le situazioni a rischio riscontrate sulle alberature di proprietà privata e che hanno visto l’elevazione, da parte del Comune, di altrettante sanzioni per mancata cura della vegetazione sporgente e inottemperanza ai solleciti di messa in sicurezza arrivati da Palazzo di Città, che hanno raggiunto in particolare i cittadini della frazione Rotolo dove, per la prima volta, sono stati effettuati in danno tagli importanti delle alberature a rischio.

Controlli a Santa Maria del Rovo, Corpo di Cava e Rotolo

Gli accertamenti, intanto, proseguono e proprio su segnalazione del consigliere Petrone altri ne saranno fatti tra le frazioni Santa Maria del Rovo e Corpo di Cava.

Per quanto concerne il pino marittimo alle case popolari, si provvederà ad inviare sollecito all’Istituto Autonomo – chiamato a provvedere alla perizia sull’albero considerato a rischio e ad effettuare gli eventuali e necessari interventi di messa in sicurezza –, in caso contrario il Comune procederà in danno.

Stesso sollecito di messa in sicurezza e predisposizione dei tagli saranno inviati ai residenti della frazione Corpo di Cava i quali, qualora non dovessero provvedere, andranno incontro alle stesse misure sanzionatorie già elevate alla frazione Rotolo.

Leggi anche: Verde pubblico, a Cava de’ Tirreni 44 alberi da abbattere

Leggi anche: Alberi pericolosi: disposto l’abbattimento di un altro pino di villa “Falcone e Borsellino”.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi