Cava de' Tirreni EVIDENZA Politica

Cava: Autostrade Meridionali nel mirino di Amministrazione e cittadini

A3

Servalli incontra i vertici di Autostrade Meridionali. I cittadini promuovono petizione per convincere l’azienda a rivedere le tariffe del casello e non solo.

Il summit tra il primo cittadino cavese, accompagnato dall’assessore Nunzio Senatore, con l’amministratore delegato di Autostrade Meridionali, Giulio Barrel, si è tenuto ieri mattina per discutere, nello specifico, della inibizione del traffico nel tratto Cava de’ Tirreni – Salerno ai veicoli superiori alle 7,5 tonnellate, della tariffazione differenziata per gli automobilisti che non hanno il telepass e della sistemazione dei pannelli fonoassorbenti.

Questioni, queste, già sollevate dal consigliere provinciale Dante Santoro e riportate in consiglio comunale da Antonio Palumbo e da Marco Galdi, e che ora sono oggetto di una raccolta firme che si svolgerà in piazza Vittorio Emanuele III questo weekend e il prossimo.

“Cava dice BASTA”, un gazebo per la raccolta firme

Il “Coordinamento Civico per Cava”, infatti, ha fatto sapere che nella giornata di domani e di domenica prossima, nei pressi della fontana dei delfini sarà allestito un gazebo dove i cittadini potranno sottoscrivere la petizione popolare “Cava dice BASTA”, finalizzata a richiedere all’Amministrazione Comunale in carica di avviare azioni legali nei confronti di Autostrade Meridionali S.p.A..

Come si legge nella nota l’iniziativa si propone di ottenere: «la condanna della Società a restituire quanto guadagnato senza giusta causa, gravando gli utenti non muniti di telepass di un pedaggio dal costo esorbitante; al risarcimento per reiterato danno alla salute dei cittadini derivante dalla mancata predisposizione delle barriere fonoassorbenti e alla condanna della stessa società alla immediata realizzazione di dette barriere dell’altezza. Inoltre, di impegnarsi nei confronti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti affinché sulla tratta autostradale in questione si ottenga la sospensione del pagamento del pedaggio. In ultimo, di istituire un apposito Tavolo tecnico, grazie al quale possano essere messe in campo tutte le azioni necessarie a tutela della comunità cavese, consentendo, in uno, ai firmatari della petizione, rappresentati da un apposito Comitato civico, di partecipare alle riunioni e alle deliberazioni del medesimo Tavolo».

Richieste, queste, che per altre vie – il sindaco Vincenzo Servalli e l’assessore Nunzio Senatore, appunto – sono giunte all’orecchio dell’amministratore delegato Barrel il quale, per il momento, ha garantito solamente la massima attenzione alle problematiche proposte anche in relazione all’impegno più volte manifestato dalla prefettura di Salerno. Non resta che attendere risposte.

laRed TV





Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi