Campania Cava de' Tirreni Cronaca EVIDENZA

Cava: alberi pericolosi all’interno del Cimitero. Disposto abbattimento

Le radici hanno procurato danni alle tombe e alle murature.

Cava de’ Tirreni. Alberi pericolosi all’interno del Civico Cimitero: elevato il rischio di crollo per sette alberature presenti tra i viali del camposanto di via Ugo Foscolo le cui radici, ingrossatesi col tempo, hanno già procurato danni alle tombe.

Il Comune dispone l’abbattimento per evitare che possano verificarsi incidenti che richiamano, inevitabilmente, alla mente le tragiche circostanze che lo scorso febbraio hanno portato al decesso dell’oculista cavese Gioacchino Mollo per il crollo di un pino nella villa comunale “Falcone e Borsellino” di viale Crispi.

All’interno del civico cimitero, infatti, sono stati impiantati numerosi alberi che con il tempo, a causa della loro collocazione non particolarmente indicata e per lo sviluppo delle successive costruzioni cimiteriali, destano particolari preoccupazioni.

Infatti i cipressi, i pini e i cedri, negli anni hanno raggiunto dimensioni notevoli ed il loro apparato radicale sta creando gravi problemi alle pareti delle tombe e dei loculi.

In più punti, poi, la pavimentazione risulta sollevata e le radici stanno danneggiando le fondazioni di cappelle ed edicole funerarie. In corrispondenza, poi, del Sacrario Militare, due grandi esemplari arborei, hanno provocato il rigonfiamento delle murature con danni anche ai loculi presenti in zona.

A ciò si aggiunge che, sempre a causa della collocazione degli esemplari poco adatta alle loro dimensioni (a ridosso di cappelle e tombe in stretti vialetti percorsi dai visitatori e da dipendenti del Comune addetti al cimitero) gli alberi costituiscono un grave pericolo per l’incolumità pubblica in quanto a rischio di caduta di rami o, addirittura, di sradicamento.

Infatti, in occasione di forti venti gli alberi ondeggiano pericolosamente, rendendo sempre più plausibile la possibilità di un crollo con inevitabili danni ai manufatti presenti oltre che al pericolo per la pubblica incolumità.

Da qui alla necessità di procedere al loro abbattimento che sarà eseguito da una ditta specializzata in possesso di attrezzatura idonea. Il Comune, infatti, non dispone di tali strumentazioni e per l’esecuzione dell’intervento di abbattimento dei sette esemplari si è rivolta a un soggetto terzo per una spesa di circa 5000 euro.

«Le operazioni di abbattimento – si legge nella relazione prodotta dagli uffici comunali per l’assegnazione dell’incarico alla ditta che si occuperà dell’abbattimento dei sette alberi – vanno eseguite con cura e attenzione, ciò a causa delle dimensioni degli alberi e della loro posizione. Gli spazi di manovra sono angusti e limitati, proprio a causa della collocazione degli alberi, ed occorre eseguire tutte le operazioni con cautela per evitare il possibile danneggiamento ai manufatti cimiteriali determinato dal possibile crollo di rami o porzioni di albero».

L’operazione si inserisce nel più ampio piano di monitoraggio delle alberature ammalorate presenti sul territorio cittadino. Nelle scorse settimane, infatti, sono state sottoposte ad attenta analisi da parte di un team esperto di agronomi almeno 75 alberi ad alto e medio fusto presenti in città.

Dall’indagine approfondita non sono emerse particolari criticità. Ad ogni modo, però, le alberature in esame saranno sottoposte a controlli periodici più serrati e soprattutto più frequenti.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi